Come realizzare composta per il proprio giardino

Eseguire il compostaggio nel modo giusto è molto semplice; ecco tutti i consigli utili

Alcune persone pensano, in maniera del tutto ingiustificata, che realizzare composta in casa sia troppo complicato, oltre ad avere un cattivo odore e lasciare tutto il giardino in disordine.

Questo è vero soltanto se il compost è stato eseguito in maniera errata. Eseguire il compostaggio nel modo giusto è molto semplice, basta sovrapporre i materiali organici e un pizzico di terreno per creare un intruglio perfetto per il tuo terreno. Certo, è possibile velocizzare le operazioni con un biotrituratore elettrico per fare il compost così come evidenziato all’interno del sito lecosemigliori.com, ma in questo articolo, vorremmo spiegarti come farlo senza.

Tipologie di compost

Prima di iniziare ad accumulare, bisogna specificare che esistono due tipi di compost: freddo e caldo. Il compostaggio a freddo, è tanto semplice quanto raccogliere i rifiuti dal giardino o estrarre materiali estrarre materiali organici dalla spazzatura (come bucce di frutta e verdura, fondi e filtri di caffè e gusci d’uovo) e poi racchiuderli in un cestino. La decomposizione avviene nel giro di un anno.

Il compostaggio a caldo è quello che esegue il giardiniere più esperto, ed è un processo molto più rapido. Nella stagione calda, il compost si ottiene in circa tre mesi. Per il compostaggio a caldo, sono necessari quattro ingredienti: azoto, carbone, aria e acqua. Insieme, questi elementi alimentano i microrganismi, che accelerano il processo di decomposizione.

Il “Vermicompost” è realizzato mediante il compostaggio di vermi. Quando i vermi mangiano gli avanzi di cibo, rilasciano compost ricco di azoto. Tuttavia, non è possibile utilizzare solo i vermi vecchi per fare tutto questo, ci sarà bisogno di vermi rossi. Questi possono essere acquistati anche online.

Cosa compostare

Il compostaggio è un ottimo metodo per utilizzare le cose scadute del frigo, eliminando gli sprechi. Conserva un contenitore in cucina, come un secchio di latta, per accumulare i tuoi materiali per il compostaggio.

Raccogli questi materiali per iniziare il tuo mucchio di compost:

  • Scarti di frutta
  • Scarti vegetali
  • Fondi di caffè
  • Gusci d’uovo
  • Erba e piante tagliate
  • Foglie secche
  • Trucioli di legno e corteccia finemente tritati
  • Giornale tagliuzzato

Consiglio: pensaci due volte prima di aggiungere cipolle e aglio al cumulo di compost fatto in casa. Questi respingono i lombrichi, che sono una parte vitale del tuo giardino.

Cosa NON compostare

  • Evita questi elementi per una pila di compost di successo:
  • Tutto ciò che contiene carne, olio o grasso
  • Materiali vegetali malati
  • Segatura o trucioli di legno trattato a pressione
  • Feci di cane o gatto
  • Erbacce che vanno a seme
  • Latticini

Per creare un mucchio di compost a caldo, attendi fino a quando con il tuo arieggiatore non avrai raccolto abbastanza scarti da creare una bella pila. Per un compost migliore, alterna strati di elementi freschi con elementi secchi. In gergo “uno strato di verde e poi uno di marrone”. Cospargi con acqua, ma non troppa. Il compost deve essere umido, non bagnato. Gira il compost con il tuo forchettone una volta a settimana. Quando il compost è completamente secco dopo qualche mese e di colore marrone, puoi iniziare ad aggiungerlo alle tue aiuole e nei tuoi vasi, all’inizio di ogni stagione di semina.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here