Analisi industrie Piemonte, proposte anti-crisi e dettagli

La situazione economica che ha colpito l’intera Italia si fa sentire dappertutto. Per quanto riguarda il Piemonte l’ESG89 , azienda che si occupa dei fatturati, delle entrate e delle uscite delle ditte di ogni regione del nostro Paese, non ha da darci buone notizie: negli ultimi mesi del 2012 le vendite sono scese a picco con una previsione per i primi mesi del 2013 del -0,8% tendenziale.

 

Tuttavia la ESG89 ha rilevato che i punti forza sono le domande estere e le BEST COMPANIES, vale a dire le società più proficue con un’elevata redditività nonché con un’ottima patrimonializzazione ed un basso indebitamento .

.
Al suo fianco, il Piemonte ne conta circa 796, alcune di queste sono rinomate sia in Italia che all’estero e, secondo Giovanni Giorgetti, Ceo di ESG89 Group, sono uno dei pochi barlumi di luce a cui fare affidamento per uscire dalla crisi.

 

Torino è sicuramente la città che conta più Best Companies della regione: con 394, viene seguita da Cuneo (145) e da Novara (79).

 

Le più importanti sono nel campo della Meccanica, della Gomma Plastica, dell’Informatica e della Tessitura. Ma meritano un cenno particolare alcune società che rappresentano da sempre l’orgoglio italiano. Tra queste citiamo la Ferrero: sita in Pino Torinese e fondata nel 1942 da Pietro Ferrero, l’azienda è specializzata nella produzione di dolciumi ed è particolarmente conosciuta in Brasile, Russia e USA. Ebbene, questa rinomata multinazionale conta un volume d’affari di 3.134.451.000 euro e utile netto a quota 112.222.000.

 

Nel campo farmaceutico invece è bene ricordare la DiaSorin, che da circa 40 anni si occupa della fabbricazione di kit di reagenti destinati alla diagnostica in vitro, per quanto riguarda la sezione dell’immunodiagnostica e della diagnostica molecolare. L’azienda trova sede a Saluggia, cittadina in provincia di Vercelli, e, sempre secondo le statistiche di ESG89, il suo fatturato è pari a 442.473.000 di euro e  l’utile a 99.607.000 di euro.

 

Stando a quanto affermato da Giorgetti, l’Italia, secondo paese manifatturiero in Europa dopo la Germania, dovrebbe puntare sul Made in Italy, focalizzando le proprie aziende di forza sulla produttività, sull’innovazione nonché su una resistente pressione fiscale. Solo le esportazioni possono salvare il nostro stato dall’incalzante piaga che dilaga a macchia d’olio.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.


VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Equitalia: da chi è diretta, quanto guadagna, a chi vanno i soldi, qual è l’interesse sulle somme da riscuotere. Ecco tutte le info per gli italiani

Debito pubblico italiano, deficit, Pil, spread, mutui e rapporti tra loro: definizioni, analisi, esempi

 

Federica D’Ambrosio