“Adotta Dino” museo Scienze Naturali Torino, inviare un sms per salvare un patrimonio cittadino. Info

Il 3 agosto scorso si è verificato un incidente che ha interessato una parte della sede del Museo  Regionale di Scienze Naturali, lo storico edificio di via Giolitti, splendido esempio di architettura barocca piemontese di Amedeo di Castellamonte, conosciuto dai torinesi come l’Ospedale  San Giovanni Battista.

.
Nei tre mesi che sono seguiti è stato necessario reinventare il ruolo di istituzione museale salvaguardando tutto il patrimonio di sapere scientifico. Le attività più importanti in calendario sono confluite nel  progetto “Fuori programma il museo c’è”, riprogrammate e trasferite in altre sedi.

.
La Camera di Commercio di Torino ha ospitato Wildlife Photographer of the Year e la mostra attualmente in corso Le pietre di via Roma, realizzata nel settantacinquesimo anniversario dalla sua apertura. Tra le altre iniziative ricordiamo la partecipazione a La notte dei ricercatori, i percorsi naturalistici nel Bioparco Zoom di Cumiana, il percorso animato Entra in gioco la natura nello shopping center Area12 e gli incontri di botanica e zoologia realizzati insieme al Garden Center Viridea. Inoltre le proposte didattiche proseguono e vengono svolte direttamente nelle scuole del Piemonte.

.
Per sostenere il Museo e sensibilizzare i cittadini, la Regione Piemonte e Vodafone Italia, con la collaborazione dell’Associazione Torino Città Capitale Europea, lanciano una campagna di raccolta fondi “Adottare Dino. E’ nella tua natura”.

.
Per Michele Coppola, Assessore alla Cultura della Regione Piemonte, “La riapertura al pubblico del Museo è un mio impegno, una nostra priorità. I dati di affluenza in costante crescita negli ultimi anni – dai 130.000 del 2009 ai 180.000 del 2012 – confermano il profondo legame del Museo con il territorio e i suoi cittadini. Per questo stiamo lavorando per riaprire il Museo il prima possibile, con ogni sforzo. Oggi vogliamo dare risposte, restituire fiducia e ottimismo sul futuro del Museo, che in questi anni e’ diventato un luogo frequentato e vissuto da famiglie e bambini, e polo scientifico per appassionati e studiosi. L’operazione che lanciamo oggi va in questa direzione e Dino ci aiuterà a raccontare al meglio le attività del Museo in attesa di tornare in Via Giolitti”.

.
Michelangelo Suigo, Head of Public Affairs Vodafone Italia, commenta così la campagna: “Siamo lieti di affiancare la Regione in un progetto così importante per la collettività, il recupero del Museo Regionale di Scienze Naturali è un obiettivo ambizioso che crediamo saprà coinvolgere la cittadinanza. Per questo non abbiamo esitato nel mettere a disposizione  il Messaggio Solidale, la piattaforma SMS che consentirà ai nostri Clienti di cogliere questa sfida. Il Piemonte è una Regione importante per Vodafone dove coniughiamo la leadership di mercato con la forte presenza sul territorio. A Ivrea abbiamo una delle nostre principali sedi e a Torino è  in atto una forte sinergia sui temi sociali attraverso il sostegno fornito dalla Fondazione Vodafone Italia a 17 progetti non profit, per cui sono stati investiti circa 3 milioni di euro”.

.
La campagna, ideata dall’agenzia  torinese Welcome, ha per soggetto Dino, simpatico dinosauro simbolo e testimonial del Museo, il giganotosauro argentino che ha salutato migliaia di viaggiatori in partenza dall’aeroporto di Caselle, recentemente ospite speciale a Paratissima e ora in attesa di compiere le altre tappe del suo viaggio prima di  ritornare a casa.Chi è veramente Dino?

.
Dino è la fedele riproduzione in resina di un Giganotosauro (Giganotosaurus carolinii), un dinosauro carnivoro del Cretaceo, vissuto circa 90 milioni di anni fa in Argentina. E’ il più grande dinosauro carnivoro fino ad oggi conosciuto grande 14 metri di lunghezza e alto 4 m,  peso circa 8 tonnellate.  Il Giganotosauro è più lungo del Tyrannosaurus rex di circa 2 metri.  Lo scheletro fu acquistato in occasione della mostra “Dinosaurios Argentinos. I giganti della Patagonia” esposta a Torino dal novembre 2004 al giugno 2005, realizzata a cura del Grupo de Gestores Patrimonio Cultural Latino Americano, con il patrocinio del Ministero degli Esteri e Commercio Estero dell’Argentina  e la collaborazione dell’Università Nazionale di Comahue, Patagonia (Argentina).

.
L’invito per chi vuole contribuire alla riapertura del MRSN (Museo Regionale di Scienze Naturali) è di inviare un SMS al numero 45511 (solo da numeri Vodafone) per donare così 1 Euro che sarà interamente devoluto a sostegno del Museo, oltre naturalmente a continuare a seguire le numerose e sempre interessanti attività fuori sede del Museo stesso.

.

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Utilizzo multe polizia municipale Torino, ecco dove verranno impiegati i proventi delle contravvenzioni

Convegno “Prima l’Italia” Torino 30 novembre – 1 dicembre 2013, associazioni giovanili a confronto, per far ripartire il Paese

Thor: The Dark World, il ritorno in chiaroscuso del vendicatore asgardiano

Torino Film Festival 22 – 30 novembre 2013, il cinema come elemento cardine della rassegna

Giulio Ciaffi

Foto: regione.piemonte.it