Animali maltrattati Vinovo, arrestato dai Carabinieri

Gli animali, secondo le ricostruzioni, sarebbero stati tenuti in spazi inferiori a quelli previsti dalla vigente normativa, esposti al freddo durante l'inverno.

I Carabinieri di Vinovo lo avrebbero denunciato per aver custodito 14 cani e 6 cuccioli in modo non adeguato e in un luogo con gravi carenze igienico-sanitarie.
Secondo quanto spiegato, avrebbe avuto infatti una sorta di canile no autorizzato nelle campagne vinovesi. Un artigiano originario di Mazzè è finito agli arresti domiciliari con l’accusa di maltrattamenti ed abbandono di animali. La misura cautelare è stata eseguita, venerdì della scorsa settimana, dai Carabinieri della stazione di Caluso su disposizione del Tribunale di Torino.
In base a quanto appurato, gli animali, secondo le ricostruzioni, sarebbero stati tenuti in spazi inferiori a quelli previsti dalla vigente normativa, esposti al freddo durante l’inverno. Inoltre non sarebbero stati nutriti a sufficienza ed erano lasciati in mezzo ai loro escrementi. Fattori che messi insieme avevano causato ai cani un grave stato di denutrizione e alcune gravi patologie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here