Anziana truffata Carignano, derubata di soldi e gioielli

L'uomo le avrebbe propinato la solita storia di mettere al sicuro gioielli e denaro perché si potevano rovinare e lei ha aperto la cassaforte dove teneva i suoi averi

Una storia che si ripete, ma purtroppo che fa sempre rabbia. Ancora una vittima delle truffe dei finti tecnici del gas, questa volta a Carignano, nelle vie del centro. Una donna di 80 anni è stata derubata di circa 12 mila euro in contanti e circa mezzo chilo d’oro che teneva in una cassaforte, dopo che un uomo si era spacciato di controllare l’impianto del gas per conto dell’amministratore.
Secondo quanto spiegato, l’uomo le avrebbe propinato la solita storia di mettere al sicuro gioielli e denaro perché si potevano rovinare e lei ha aperto la cassaforte dove teneva i suoi averi.
In un sacchetto ha messo i soldi e i monili in oro che aveva dentro: a quel punto il malfattore gliel’ha strappato di mano ed è fuggito.
L’anziana, sbigottita, ha chiamato l’amministratore disperata, che però le ha spiegato che nessun tecnico era arrivato per suo conto. Indagano i Carabinieri, ai quali è stata presentata la denuncia.
Ecco alcuni stratagemmi che i truffatori usano:
I truffatori si spacciano per operatori del gas, tecnici telefonici, operai ecc. Con la scusa di effettuare degli interventi di manutenzione, minacciando fantomatiche esplosioni in caso di mancato intervento, invitano le persone anziane a farsi aprire la porta e a mettere in un “luogo sicuro” i propri ori o il proprio denaro.
In altri casi, facendo leva sulla loro sensibilità, i truffatori contattano al telefono le vittime, spacciandosi per figli, nipoti o parenti in difficoltà per svariati motivi, tra i quali avere appena subìto un evento drammatico (un incidente stradale, di aver un imminente bisogno di liquidità per stipulare un’assicurazione ecc.) ed invitano gli anziani a consegnare il denaro o i gioielli ad un’amica, altra complice della truffa.
Fondamentale resta mettere in guardia gli anziani di fronte a questi pericoli e avvisare le Forze dell’Ordine in caso di tentata truffa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here