Anziano ricattato Torino, 33enne concede prestazioni sessuali a pagamento, poi tenta estorsione di denaro

Carabinieri-300x199Si sarebbe finto povero e senza casa per adescare un pensionato di 69 anni e chiedergli dei soldi in cambio di qualche momento d’intimità, ma poi l’avrebbe ricattato che avrebbe reso pubblica la loro relazione.

 

Secondo quanto spiegato, lo hanno scoperto i Carabinieri della Stazione di Torino Mirafiori che hanno arrestato un uomo di 33 anni, abitante a Torino, per estorsione aggravata. L’uomo aveva scelto i giardini tra Piazza D’Armi per trovare la sua vittima.

 

In base a quanto appurato, il pensionato avrebbe raccontato ai Carabinieri di aver conosciuto l’uomo nei giardinetti di Piazza d’Armi. Gli faceva pena e gli avrebbe dato dei soldi per mangiare e per sbarcare il lunario. Poi le cose sarebbero degenerate fino ad arrivare alle minacce e alle percosse. Mercoledì scorso, alle 14,30, in Corso Turati, l’arrestato si sarebbe fatto consegnare 1.000 euro dal pensionato, abitante a Torino, per restituirgli la carta di circolazione, rubatagli qualche giorno prima, dopo averlo minacciato e picchiato.

 

Il 33enne è stato arrestato dai Carabinieri subito dopo aver ricevuto il denaro. Il tentativo di estorsione sarebbe riconducibile a dissapori sorti tra i due uomini a seguito dell’interruzione della loro relazione sentimentale, iniziata nel luglio 2014. Il 33enne potrebbe aver ricattato altre persone. Indagano i Carabinieri che invitano eventuali altre vittime a sporgere denuncia.

 

(M.ram.)