Arresto baby gang Torino, prese due bande con affiliati tra i 14 e i 25 anni

aggressioneDue bande criminali in rapine in serie a ragazzi e ragazze sono state sgominate dai Carabinieri del comando provinciale di Torino. Operavano specialmente nelle zone della movida e nelle ultime ore si sarebbero rese protagoniste di diversi raid, contro ignare persone.

 

La notte dell’Immacolata, i Carabinieri della Stazione Po Vanchiglia hanno arrestato, in via Garibaldi,  tre ragazzi di origine magrebina e un italiano, tra i 14 e i 17 anni, poiché responsabili di rapina. Alle 5 del mattino, i militari sono intervenuti su richiesta di due studenti universitari, che poco prima erano stati accerchiati, strattonati e colpiti ripetutamente con una mazza di ferro. La banda era riuscita a portare via 3 collanine, un telefono cellulare e un orologio.  I rapinatori sono stati individuati dai militarti poco più avanti dal luogo dell’aggressione mentre si dividevano il bottino.

 

L’altra banda di rapinatori è stata fermata la stessa notte, ma nel quartiere San Salvario. I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia San Carlo, in corso Marconi, hanno arrestato tre cittadini di origine marocchina, tra i 18 e i 25 anni, per rapina e lesioni. Si tratterebbe di rapinatori seriali,  da qualche tempo ricercati dai militari per altri episodi commessi nella stessa zona. Sono sospettati  di decine di raid nel quartiere San Salvario.

 

La banda è stata intercettata e fermata davanti ad un locale  di Corso Marconi, grazie alla collaborazione di alcuni cittadini. I tre rapinatori si sarebbero avvicinati a uno studente di 19 anni, fermo in strada  in Corso Marconi angolo via Nizza, e l’avrebbero scaraventato a terra e colpito ripetutamente con calci e pugni, prima che quest’ultimo riuscisse a fuggire con l’aiuto di due amici. Un raid punitivo per un pacchetto di sigarette.

 

Poco più tardi, nelle vicinanze del locale di Corso Marconi, dopo aver pedinato la vittima e i suoi soccorritori, i tre avrebbero continuato nella loro azione criminale. “Siamo venuti per finire il lavoro. Nessuno può prendersi gioco di noi “, avrebbero gridato gli aggressori prima di iniziare a picchiare i ragazzi. Con una spranga di ferro avrebbero colpito gli amici dello  studente perché si erano intromessi e salvato il loro amico da un pestaggio feroce. La mazza di ferro è stata sequestrata. Le due vittime sono andate in ospedale, dove i medici del Mauriziano hanno riscontrato una ferita frontale da corpo contundente, con prognosi di 10 giorni, per uno dei ragazzi, e una frattura dell’ulna all’avanbraccio sinistro, con prognosi di  45 giorni, per il secondo studente aggredito. I Carabinieri hanno arrestato la banda subito dopo la feroce aggressione.

 

La banda potrebbe essere responsabile di altri raid punitivi avvenuti nel quartiere della movida torinese.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Aereo caduto Busano, nel Canavese, due i feriti

Ragazzo accoltellato via Dante Alighieri Venaria, 25enne ferito al torace

Accoltellamento via Calandra Torino, un uomo ferito all’addome

Uomo accoltellato Pinerolo, forse un regolamento di conti tra parcheggiatori abusivi

Massimiliano Rambaldi