Arresto banda di spacciatori Ivrea, rifornivano la zona di cocaina

Sono oltre 35 gli assuntori identificati ed oltre 400 gli episodi di spaccio di cocaina monitorati dai Carabinieri di Ivrea durante le indagini

carabinieriI Carabinieri della Compagnia di Ivrea, in collaborazione con i militari territorialmente competenti, stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di alcune persone ritenute responsabili di detenzione e spaccio di cocaina.
Secondo quanto spiegato, le attività di indagine condotte dai Carabinieri, sotto la direzione e il coordinamento della Procura di Ivrea, hanno permesso di smantellare un gruppo criminale che deteneva il monopolio dello spaccio di cocaina in 23 comuni dell’eporediese (Ivrea, Rivarolo Canavese, Agliè, Strambino, Ozegna, Castellamonte, Bairo, San Giusto Canavese, San Giorgio Canavese, Cuorgnè, Strambinello, Favria, Baldissero Canavese, Feletto, Salassa, Lusigliè, Bosconero, Montalenghe, Parella, Valperga, Colleretto Giacosa, Burolo e Ciconio).
In base a quanto appurato, oltre 35 gli assuntori identificati ed oltre 400 gli episodi di spaccio monitorati. Per consolidare il loro monopolio, battere la concorrenza e aumentare il “pacchetto clienti”, consegnavano la cocaina a domicilio. Per motivi di sicurezza, i clienti dovevano utilizzare un linguaggio criptato (“vediamoci per un caffè o per un aperitivo” ndr), per poter acquistare le dosi.