Arresto latitante Asti, lavoro di cooperazione tra Italia e Marocco

PoliziaUn cittadino marocchino è stato tratto in arresto in esecuzione al mandato di Arresto Internazionale emesso dal Sostituto Procuratore presso il Tribunale di prima istanza di Tetouan (Marocco), per traffico di sostanze stupefacenti, reato previsto e punito dalla legge del Marocco Dahir e dalla legge doganale di quel paese, per il quale la massima pena prevista è di anni 10.
Secondo quanto spiegato, nei giorni scorsi agli sportelli dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Asti si è presentato un cittadino marocchino che intendeva presentare documenti relativi ad un’istanza di rinnovo del permesso di soggiorno.
Agli operatori dell’Ufficio Immigrazione il nominativo avrebbe subito suscitato una particolare attenzione: le generalità dell’uomo erano state oggetto di una nota di ricerca arrivata giusto qualche giorno prima.
In base a quanto appurato, l’uomo sarebbe stato fatto accomodare, mentre gli operatori effettuavano gli accertamenti in banca dati: a carico dell’uomo pendeva un mandato di cattura internazionale emesso dalla Direzione Centrale di Polizia Criminale – Servizio Cooperazione Internazionale di Polizia – 5^ Divisione S.I.R.E.N.E.
Le ulteriori verifiche confermavano l’identità dell’uomo, oggetto di Mandato D’Arresto Europeo, ed esperite le formalità, l’uomo è stato posto a disposizione della competente Corte d’Appello di Torino per l’estradizione in Marocco.
Foto: wikipedia.org