Asta ex Ospedale Einaudi Torino, termini, riferimenti, info

ex ospedale Luigi EinaudiL’ASL Torino 2 ha messo all’asta la palazzina d’epoca che fu sede dell’Ospedale Luigi Einaudi. Il bando è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 13 gennaio e la notizia è stata diffusa anche in Cine e Russia. Base per la vendita 2 milioni e 700 mila euro. L’asta avrà luogo a Torino venerdì 21 febbraio 2014 alle ore 10:00.

 

Chi comprerà l’edificio, assicura l’ASL, potrà destinarlo ad uso diverso da quello originale, nel rispetto del valore artistico e storico dell’architettura, su cui vigila la Soprintendeza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio.

 

Meglio conosciuto come Astanteria Martini, il complesso comprende il palazzo centrale, un grande terrazzo ed un parco sul retro. L’edificio è stato costruito nel 1920 dall’ingegnere torinese Carlo Sgarbi al fine di agevolare le operazioni di pronto soccorso e curare i malati più gravi in una zona della città ricca di industrie e abitata prevalentemente da operai.

 

L’ospedale, dopo circa cinquant’anni di operosità, è stato chiuso nel 1997 ed è rimasto inutilizzato e vuoto per una decina d’anni. I reparti, infatti, furono pian piano trasferiti nel nuovo polo di San Giovanni Bosco, inaugurato nei primi anni novanta.

 

Negli ultimi anni l’Astanteria Martini è stata più volte citata nella cronaca cittadina per i gravi episodi di furti di rame e altri materiali strutturali. E’ stata anche teatro di sgomberi da parte delle forze dell’ordine, in quanto negli anni l’edificio era stato occupato abusivamente da alcuni senza tetto.

 

L’asta nasce dunque dalla volontà di rivalutare un pezzo della storia del capoluogo piemontese. L’importanza dell’edificio, che ospitò nei primi del Novecento uno dei più famosi ospedali torinesi, è legata anche alla memoria della città di Torino. E’ inoltre un esempio di architettura di primo novecento, di rilievo nella storia dell’arte per la progettazione e per l’impianto strutturale.

 

Per questi motivi l’Asl Torino 2 ha posto un vincolo della procedura di vendita: è richiesto che la proprietà dovrà essere resa fruibile al pubblico in particolari occasioni di rilevanza storica e culturale.

 

Dunque, qualsiasi destinazione indicherà il nuovo proprietario nella sua iscrizione all’asta – sia commerciale, residenziale, pubblica o privata- i Torinesi, assicura l’Asl nel comunicato stampa, non perderanno un pezzo della loro memoria storica.

 

“Il ricavato della vendita – afferma il Dott. Pescarmona della Asl Torino 2 in una nota – sarà reinvestito nella realizzazione del nuovo poliambulatorio nell’area della ex fabbrica Superga di via Verolengo”.

 

Sarà possibile iscriversi all’asta fino a giovedì 20 febbraio 2014. Per partecipare all’asta gli interessati dovranno far pervenire la propria offerta – in plico sigillato contenente la documentazione amministrativa, l’offerta economica e il deposito cauzionale – allo studio notarile Boero, in via Groppello 11.  La procedura completa di iscrizione e il bando d’asta sono stati pubblicati sul sito internet dell’Asl Torino 2.

 

Leggi il bando e la procedura di iscrizione

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 Vera Prada