Bambina chiusa in auto Torino, scattata per sbaglio la chiusura di sicurezza

I militari hanno proceduto ad infrangere un vetro del finestrino più distante dal seggiolino per evitare eventuali schegge, portando in salvo la bambina.

CarabinieriIl 26 agosto 2017, alle ore 19:30 circa, la centrale operativa della compagnia Carabinieri di Moncalieri, ha segnalato alla pattuglia della radiomobile, che una donna, in stato di agitazione, aveva sua figlia di 16 mesi imprigionata all’interno della propria autovettura.
Secondo quanto spiegato, una mamma di 36 anni, si trovava presso il parcheggio di un supermercato e dopo aver sistemato sua figlia sul seggiolino e riposto la spesa, si sarebbe allontanata di pochi metri per posare il carrello, lasciando le chiavi del mezzo al suo interno.
In base a quanto appurato, il sistema di chiusura automatica delle portiere del quale molto probabilmente la sua auto era dotata, avrebbe quindi imprigionato la sua bambina di 16 mesi. La pattuglia ha raggiunto la signora in pochi minuti e dopo aver constatato che le chiavi si trovavano all’interno, hanno provato invano ad aprire le porte. Vista l’alta temperatura ed in accordo con la mamma, i militari hanno proceduto ad infrangere un vetro del finestrino più distante dal seggiolino per evitare eventuali schegge, portando in salvo la bambina. La bambina non ha riportato alcun danno e non è stato necessario l’intervento dei sanitari.