Bambino “mai nato” Moncalieri, genitori patteggiano

A scoprire tutto erano stati i Carabinieri, dopo che si erano presentati a casa della madre per consegnare una notifica ed era spuntato fuori quel bimbo già in età da scuola

Tre anni di reclusione per i genitori che nel 2016 erano stati scoperti avere un bambino di 7 anni senza essere stato registrato alla nascita. Il caso è approdato ieri in Tribunale a Torino, dove i genitori hanno patteggiato la pena. Tra le accuse contestate dalla Procura c’è un’ipotesi di maltrattamenti legata al fatto che il piccolo, oltre a non essere mai andato a scuola, non sarebbe mai stato vaccinato.
Secondo quanto spiegato, la mamma ha concordato tre anni di reclusione, senza la perdita della responsabilità genitoriale. Il padre ha patteggiato una condanna a tre anni e quattro mesi con la perdita della responsabilità genitoriale. Sul caso, in una borgata agricola di Moncalieri, indagarono i Carabinieri. Il bimbo, che è stato allontanato dai genitori, non aveva la carta d’identità e non era mai stato sottoposto a visite mediche. Alla mamma è stata lasciata la facoltà di incontrarlo periodicamente.
In base a quanto appurato, a scoprire tutto erano stati i Carabinieri, dopo che si erano presentati a casa della madre per consegnare una notifica ed era spuntato fuori quel bimbo già in età da scuola. Sull’attestato di famiglia però, non risultava nessun bambino nato in quella casa. Le indagini successive poi, scoprirono il tutto.
Foto: wikipedia.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here