Bancomat clonati Susa, ladri usavano forcine e strisce di plastica

CaraBloccavano tessere magnetiche e banconote nei bancomat usando apposite forcine o strisce di plastica, in modo da recuperare indisturbati la refurtiva quando il legittimo proprietario si allontanava.

 

I due ‘maghi’ del cash trapping, entrambi romeni, sono stati denunciati dai Carabinieri della Compagnia di Susa dopo che nelle ultime settimane erano state sporte alcune denunce.

 

Gli investigatori sospettano che facciano parte di un’organizzazione attiva su tutto il territorio nazionale in particolare in Val di Susa.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Bancomat esploso San Raffaele Cimena Torino, bottino di 60mila euro

Bancomat esploso Moncalieri, colpo fallito per un “fatidico” imprevisto

Tentata manomissione bancomat Beinasco Torino, arrestato romeno

(m.ram.)