Blitz Carabinieri birreria Rivoli, droga spacciata e comprata da giovanissimi

E’ accaduto durante serata di martedì 14 gennaio 2014 a Rivoli (To).

 

In base a quanto spiegato, una pattuglia di Carabinieri ha fatto irruzione in un pub-birreria della zona.

 

Il bar era stato già segnalato più volte come luogo di spaccio e consumo di droghe leggere da parte, soprattutto, di giovanissimi avventori.

 

Pertanto, i Carabinieri hanno eseguito un blitz, acclarando l’oggetto delle lamentele: all’interno del locale, infatti, sarebbe stata rinvenuta una consistente quantità di droga, già confezionata in dosi pronte per la vendita.

 

Terminata la perquisizione, i militari hanno denunciato il titolare dell’esercizio per aver venduto alcolici a minorenni e per aver contribuito alle attività degli spacciatori.

 

Contestualmente, un ragazzo di soli 16 anni è stato fermato per detenzione di stupefacenti a fine di spaccio.

 

Il blitz si è concluso con il sequestro dello stupefacente; i clienti che in quel momento si trovavano nel bar, tutti tra i 16 e i 27 anni, sono stati fermati e segnalati.

 

Il fatto riapre il dibattito sulla legalizzazione droghe leggere, recentemente scoppiato a causa della delibera del consiglio comunale di Torino che il 13 gennaio 2014 si è espresso a favore dell’utilizzo di cannbis ad uso terapeutico.

 

Ad allarmare ulteriormente chi si era detto contrario a tale provvedimento, i dati sul consumo di droghe leggere riferiti all’anno passato: nel 2013 infatti oltre un giovane su quattro avrebbe fatto uso di cannabis e, quasi uno su cinque, nel corso dell’ultimo mese.

 

Tra gli effetti negativi più diffusi legati all’uso di cannabis rientrano l’alterazione delle percezioni, le disfunzioni fisiche e i problemi di memoria. Tali conseguenze dimostrerebbero dunque come il concetto di “droga leggera” possa distorcere la reale pericolosità di quella che è di fatto una sostanza stupefacente che crea dipendenza. E’ stato infatti dimostrato che l’assunzione di cannabis aumenta di circa 60 volte la probabilità di ricercare e sperimentare le cosiddette “droghe pesanti”.

 

Nella giornata di ieri la Curia di Torino, guidata da Mons. Cesare Nosiglia, ha espresso preoccupazione per il “pronunciamento a maggioranza del Consiglio comunale di Torino, circa le liberalizzazione delle cosiddette droghe leggere. Soprattutto guardando ai giovani, ha ribadito il Mons. Nosiglia “una simile decisione suscita gravi perplessità, perché va ad incoraggiare una tendenza che non contribuisce in nulla a costruire personalità libere, adulte e socialmente responsabili, ma al contrario favorisce la cultura dello sballo”.

 

SCARICA L’APPROFONDIMENTO: CANNABIS, COS’E’ E QUALI SONO I SUOI EFFETTI – Per scaricare gratuitamente il testo con tutte le informazioni sulla cannabis, i suoi principi attivi, gli effetti e i risultati delle ricerche internazionali, CLICCA QUI

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Marijuana in appartamento Collegno, allestita serra con tanto di sala fumatori

Spaccio droga San Salvario Torino, i risultati dei controlli della Polizia

Traffico di droga Domodossola Verbania, fermato un 63enne

 

Vera Prada

Foto: wikipedia.org