Caldo in Piemonte, tra mercoledì e giovedì nuova ondata

Ai soggetti più sensibili (bambini, anziani, cardiopatici, asmatici o persone affette da malattie dell'apparato respiratorio) si rammenta di evitare la permanenza all'aria aperta nei luoghi soleggiati

A causa dell’elevata temperatura è stata superata oggi la soglia d’attenzione e per domani e dopodomani è previsto il superamento della soglia d’allarme. Si ricorda pertanto di evitare attività ricreative con esercizio fisico intenso all’aperto nei luoghi soleggiati. Ai soggetti più sensibili (bambini, anziani, cardiopatici, asmatici o persone affette da malattie dell’apparato respiratorio) si rammenta di evitare la permanenza all’aria aperta nei luoghi soleggiati. Per tutti, il suggerimento è di evitare attività fisica e di integrare la propria dieta con cibi contenenti sostanze antiossidanti, come frutta e ortaggi freschi. La situazione è monitorata dall’Arpa Piemonte.
La progressiva risalita dell’anticiclone africano, dal Maghreb all’Europa occidentale nella giornata odierna e poi sull’Europa centrale fino alla Scandinavia da domani, determina un’ondata di caldo sulle regioni settentrionali italiane e lungo la costa tirrenica. Le temperature saranno in crescente aumento, sia nei valori massimi che in quelli minimi. A causa dell’umidità le temperature percepite saranno ben superiori a quelle misurate e raggiungeranno i 38-39°C nei valori massimi e 25° in quelli minimi.
Il picco del caldo è atteso per le giornate di mercoledì e giovedì; tra venerdì pomeriggio e sabato potrebbero verificarsi rovesci temporaleschi portando una temporanea attenuazione del disagio. Le condizioni anticicloniche potrebbero ristabilirsi per la settimana successiva, sebbene l’incertezza sulla configurazione meteorologica attesa sia ancora elevata, confermano da Arpa Piemonte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here