Camper affittato a prostitute corso Appio Claudio Torino, scoperta attività di un disoccupato

Alfa-Romeo159-Carabinieri-di-RomaAffittava il suo camper a 4 giovani prostitute, è questa la storia di un 68enne disoccupato che è si è improvvisato “dottor Amore” in corso Appio Claudio a Torino.

 

Secondo quanto spiegato, l’uomo chiedeva 10 euro per ogni rapporto consumato all’interno alle 4 giovani.

 

I Carabinieri lo hanno arrestato con l’accusa di sfruttamento della prostituzione e favoreggiamento. Il mezzo su cui avvenivano gli incontri amorosi è stato invece sequestrato.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Prostituzione via Ormea Torino, la testimonianza di una lucciola a CronacaTorino

Prostituzione Torino, sgominata organizzazione internazionale

Ortaggi e gasolio per pagare le prostitute; è successo a Benevagienna, Cuneo: la crisi aguzza “l’ingegno

Prostituzione Cuneo, Carabinieri scoprono una casa e un albergo del piacere

Di Redazione

Foto: wikipedia.org

1 COMMENTO

  1. Basta con questo illogico reato di favoreggiamento dell’altrui prostituzione (articolo 3 n. 8 Legge 75/1958). Suggerisco di sollevare la questione di legittimità costituzionale della detta branchia normativa, poiché tale sembra in contrasto con gli articoli 3 comma primo, 13 comma primo e 17 comma primo della Costituzione Italiana, siccome le leggi devono essere uguali per tutti, la libertà personale è inviolabile ed i cittadini hanno diritto di riunirsi pacificamente e sen’armi. In più, l’articolo 3 della Convenzione ONU 1949-51 prevede il fatto illecito in esame solo dove lo permette la legislazione nazionale dello Stato che ha ratificato (l’Italia nel 1980) la succitata norma internazionale.

Comments are closed.