Cassa integrazione Fiat Mirafiori Torino, doppio tavolo tra sindacati e Regione

FIOM LogoIeri pomeriggio nella sede dell’assessorato al Lavoro della Regione Piemonte si è svolto l’esame congiunto per il rinnovo della cassa integrazione straordinaria per riorganizzazione per un anno per il Polo produttivo di Torino (stabilimenti di Mirafiori e Grugliasco). Con quest’ultimo periodo, saranno complessivamente 54 i mesi di cassa integrazione per le Carrozzerie di Mirafiori. All’incontro erano presenti la Regione, le organizzazioni sindacali, i delegati dei lavoratori e l’azienda.

In apertura di incontro, gli esponenti delle organizzazioni sindacali firmatarie del Ccsl hanno dichiarato di non voler procedere alla discussione in presenza della Fiom-Cgil. La Regione li ha accontentati e la discussione è proceduta contemporaneamente su due tavoli separati. La Fiom-Cgil, ritenendo illegittima tale procedura, ha quindi deciso di non firmare l’avvenuto esame congiunto, sottoscritto invece in un’altra stanza dalle altre organizzazioni.

Lino La Mendola, responsabile della Quinta Lega Fiom-Cgil, dichiara: “Riteniamo la Regione responsabile di un comportamento discriminatorio e difforme da quanto previsto dalla sentenza della Corte Costituzionale nonché dalle norme che regolano l’utilizzo della cassa integrazione straordinaria: il dovere di un’istituzione è quello di tutelare i diritti di tutti e non di avvallare richieste lesive nei confronti di una parte. la decisione di separare i tavoli rende per noi illegittima la procedura. Avevamo apprezzato la scelta dell’azienda, nell’ambito della procedura sindacale, di convocare la Fiom-Cgil in sede aziendale come non avveniva da anni: pur mantenendo le nostre perplessità sui contenuti, sulla lunghezza, e sull’assenza di indicazioni chiare rispetto a modelli e investimenti, eravamo intenzionati a chiudere la procedura ritenendo la cassa lo strumento migliore per garantire il reddito dei lavoratori. La scelta inaccettabile della Regione purtroppo non ha reso possibile tale soluzione”.

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Incidente tangenziale Venaria Torino, auto ribaltata e conducente gravissimo

Incidente mortale Grugliasco Torino, morto camionista di 49 anni

Incidente mortale Baldissero Canavese, uomo precipita in un dirupo con la sua auto

Incidente mortale Sant’Antonino di Susa Torino, scontro auto contro camion e investito pedone

Massimiliano Rambaldi