Come pagare la mini Imu entro il 24 gennaio 2014, tutte le info, gli esempi e le spiegazioni

Venerdì 24 gennaio 2014. Una data che i contribuenti italiani devono tenere bene a mente se non vogliono incorrere in sanzioni. E’ entro quel giorno, infatti, che è necessario effettuare il pagamento della mini-Imu. Il governo Letta non è riuscito nell’intento, tanto sbandierato tra nella seconda metà del 2013, di cancellare dal vocabolario italiano la tassa sulla prima casa.

 

TUTTI I NUMERI DELLA MINI-IMU – 24 gennaio, praticamente 2.400 Comuni, 10 milioni di italiani, un costo medio di 40/42 euro e una mancata copertura inferiore al miliardo di euro. Sono questi tutti i numeri che caratterizzano la mini-Imu di gennaio 2014.

– A cinque giorni dalla scadenza, c’è ancora parecchia confusione tra i contribuenti sulle modalità di pagamento dell’imposta sulla prima casa.

 

QUANTO SI PAGA? – L’importo medio è di 40/42 euro. A Milano si potrebbe arrivare anche a sfiorare i 100 euro.

– Ad ogni modo il calcolo è molto semplice: si deve pagare il 40% della differenza tra l’aliquota maggiorata e l’aliquota base, fissata per legge allo 0,4%.

– Importante notare che se il pagamento dovesse essere inferiore ai 12 euro, il tributo non dovrà essere versato in corrispondenza della legge 289/2002, in base alla quale il cittadino non è obbligato a presentarsi alla cassa per micro versamenti.

 

COME PAGARE LA MINI-IMU – I tempi stretti e la consueta lentezza nella distribuzione capillare dei bollettini, fanno si che ai cittadini coinvolti convenga munirsi di un metodo di pagamento alternativo.

– Al contribuente conviene munirsi del modello F24 che va compilato e consegnato in un qualunque ufficio postale o sportello bancario per poter effettuare il pagamento. E’ possibile effettuare il pagamento anche presso un ufficio Equitalia o presso le tabaccherie associate con Banca ITB.

– I canali per ottenere il modello F24 sono sostanzialmente tre: scaricarlo dal sito Internet del proprio comune; per chi risiede a Torino tutta la modulistica è scaricabile cliccando qui.

– Gli altri canali per ottenere l’F24 sono quelli di rivolgersi presso i Caf, ossia i Centri di assistenza fiscale, o, per quanto riguarda il Comune di Milano, prendere appuntamento allo 02.02.02 e recarsi all’ufficio di via Pellico. Opzione, quest’ultima, sconsigliata visto le ondate di contribuenti che si sono recate in questa sede negli scorsi giorni.

– Il codice tributo è 3912 per le prime case e 3914 per i terreni agricoli; importante anche indicare che si tratta di un saldo per l’anno 2013.

 

MINI-IMU: CHI DEVE PAGARE L’IMPOSTA? – La mini-Imu deve essere versata, entro il 24 gennaio 2014, da tutti coloro che sono proprietari di immobili adibiti ad abitazione principale, a prima casa e dei relativi box o cantine.

– Dalla mini-Imu sono esentati solamente i proprietari di tre tipologie di fabbricati: quelle signorili (A/1), le ville (A8) ed i castelli e palazzi di eminente pregio artistico e storico (A9).

– Devono invece pagare sia i proprietari di unità immobiliari appartenenti a cooperative edilizie, sia i terreni agricoli, sia i fabbricati rurali.

 

IL PAGAMENTO IN RITARDO – La scadenza del 24 gennaio 2014 è da rispettare. Chi effettuerà il pagamento oltre questa data dovrà versare un contributo crescente.

– La prima fascia di aumento è fissata entro 14 giorni dalla scadenza, poi dal 15esimo al 30esimo giorno e, infine, dal 30esimo giorno in poi.

 

IL VADEMECUM DEL MINISTERO DELLE FINANZE – CLICCA QUI si può scaricare un interessante vademecum messo a disposizione dal Ministero delle Finanze.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Mini patrimoniale dal 1° gennaio 2014, novità, tabelle di pagamento, spiegazioni

Pil: cos’è, cosa misura, le stime Istat per l’Italia e la situazione dell’Eurozona

Chiusura  Borsa 12 novembre 2013, andamento Forex, azioni e titoli Ftse-Mib

Riunione Bce e costo del denaro tagliato per evitare deflazione: analisi, cause, obiettivi e spiegazione dei termini

Aumento Iva al 22% dal 1° ottobre 2013: perché, paragoni nel mondo e dettagli comprensibili a tutti

 

Matteo Torti