Commissione indagine affidi Piemonte, varato il progetto

L'annuncio è di Maurizio Marrone, capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione Piemonte, che si è fatto promotore di una richiesta precisa e mirata a capire se ci siano state problematiche simili a quelle uscite dalla recente indagine, anche in Piemonte

“Finalmente anche in Piemonte, dove hanno sede le associazioni coinvolte dall’inchiesta Angeli e Demoni, la Commissione sanità e assistenza del Consiglio Regionale, grazie ad un nostro ordine del giorno approvato oggi, avvierà indagini conoscitive per capire se esiste una situazione simile ai recenti casi di cronaca. Mentre il M5S ha votato a favore del nostro odg, il centrosinistra si è spaccato in tre, con Moderati a votare favorevolmente, il PD a non partecipare al voto e LEU a votare contro”. L’annuncio è di Maurizio Marrone, capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione Piemonte, che si è fatto promotore di una richiesta precisa e mirata a capire se ci siano state problematiche simili a quelle uscite dalla recente indagine, anche in Piemonte.
A tal proposito il Presidente del Gruppo Consiliare dei Moderati, Silvio Magliano, ha dichiarato: “Ho votato a favore dell’Ordine del Giorno Marrone, emendato come da richieste, per coerenza e perché cerco di rappresentare al meglio gli elettori che mi hanno votato. Mi auguro che anche i Colleghi di Maggioranza si approccino ai lavori della Commissione consci della delicatezza del tema. La materia è sensibile e spero che nessuno provi a sbandierare questo atto come bandiera ideologica o politica. Mi auguro che tutte le forze politiche rappresentate in Consiglio si adeguino a questo spirito. Mi interessa che questo atto diventi una Commissione conoscitiva anche per marcare l’operato dell’Assessorato competente. L’atteggiamento di chi si approccia al tema per trovare il caso a tutti i costi per farne un proprio personale merito è quanto di più sbagliato e lontano dalla mia visione delle cose. La possibilità di lavorare sul tema in Commissione è una garanzia anche in questo senso.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here