Controlli Parco del Valentino Torino, fermate tre persone

Sono tre i pusher arrestati dalla Polizia di Stato al Parco del Valentino durante i controlli effettuati

Sono tre i pusher arrestati dalla Polizia di Stato al Parco del Valentino: due cittadini del Gambia di 20 e 28 anni e un cittadino senegalese di 26 anni, tutti fermati dagli agenti della Squadra Volante.
Secondo quanto spiegato, i poliziotti hanno visto i due cittadini del Gambia, in corso Massimo d’Azeglio nei pressi di una fermata GTT. Uno dei due, si è allontanato dalla fermata e una volta raggiunto il vialetto pedonale che costeggia la linea tramviaria, avrebbe occultato un piccolo oggetto nelle fessure presenti nel marciapiede.
Successivamente, il 20enne avrebbe occultato altri oggetti sono un sacchetto della spazzatura.
In base a quanto appurato, pochi minuti dopo, è arrivato sul posto un acquirente che avrebbe scambiato un cenno d’intesa con il 28enne il quale ha prelevato dello stupefacente dalle fessure dove lo aveva posizionato precedentemente il suo connazionale. Dopodiché, si è diretto verso il prato dove ha fatto cadere per terra lo stupefacente raccolto dall’acquirente che a sua volta faceva cadere per terra denaro contante. Terminata la cessione, l’acquirente si è diretto in via Silvio Pellico dove, però, è stato fermato dagli agenti della Squadra Volante e sanzionato amministrativamente. Poco dopo, sono stati fermati dai poliziotti anche i due cittadini del Gambia che invece sono stati arrestati. Gli agenti hanno poi recuperato anche lo stupefacente occultato dai due, entrambi risultati irregolari e con precedenti di polizia. I poliziotti hanno trovato oltre 110 grammi tra marijuana e hashish.
Il terzo pusher, un cittadino senegalese di 26 anni, irregolare sul Territorio nazionale e con precedenti di polizia è stato visto occultare, nel controviale di corso Vittorio Emanuele II, coprendolo di foglie, un sacchetto di plastica. Fatto ciò, il giovane si è posizionato sulla “collinetta” del  Parco del Valentino”. Poco dopo, quando è arrivato un acquirente, il 26enne si è recato nel luogo ove aveva nascosto il sacchetto e una volta tornato dall’acquirente gli ha ceduto sostanza stupefacente in cambio di denaro. Poco dopo la cessione, gli agenti hanno fermato l’acquirente, sanzionato poi amministrativamente e hanno inseguito il pusher che si stava allontanando.
Il 26enne, per assicurarsi la fuga,  ha spintonato il poliziotto il quale, nonostante la caduta per terra, si è rimesso in piedi e ha definitivamente bloccato il fuggitivo nonostante la violenta resistenza che il cittadino senegalese ha continuato a opporre, cosa che gli è valsa l’arresto, oltre che per spaccio, anche per resistenza a P.U. e lesioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here