Controlli Parco del Valentino Torino, il bilancio della Polizia di Stato

Ben 18 arresti della Polizia di Stato al Parco del Valentino nei primi 20 giorni di luglio

Continua l’attività di prevenzione e contrasto dei fenomeni delittuosi all’interno del Parco del Valentino.
Dal primo al venti luglio, sono ben 18 le persone arrestate, mentre sono sei i denunciati. Questo risultato è stato raggiunto grazie ai servizi ordinari e straordinari di controllo del territorio, nella nuova veste che prevede l’utilizzo delle unità appiedate “Valentino”. Negli ultimi venti giorni, infatti, sono stati svolti 24 servizi per un totale di 33 pattuglie appiedate. Nel merito, la metà  degli arresti è avvenuta per reati inerenti agli stupefacenti, l’altra per reati contro il patrimonio o la persona, come furti o rapine.
Secondo quanto spiegato, è il caso di un uomo tratto in arresto dalla pattuglia appiedata dell’UPG proprio all’interno del parco del Valentino. È stato avvistato mentre transitava nei pressi dell’Orto Botanico a bordo di una bicicletta del Bike Sharing. Fermato per un controllo, l’uomo, a proposito della bici, riferiva di averla trovata vicino a una panchina, senza dare ulteriori elementi chiarificatori sull’utilizzo della stessa. In realtà, il mezzo era stato manomesso in modo tale che si potesse utilizzare senza che la Centrale Operativa notasse l’anomalia. L’uomo, che ha precedenti specifici per reati contro il patrimonio, è stato arrestato per furto aggravato.
Non mancano gli arresti per delitti in materia di stupefacenti. In corso Massimo d’Azeglio, due cittadini gambiani avrebbero avuto la loro base di spaccio nei pressi di una fermata dell’autobus all’altezza di via Silvio Pellico. Lì tenevano nascosti, vicino al cestino dei rifiuti, una quarantina di grammi di marijuana. Uno di loro, tra l’altro destinatario di un ordine del Questore  a lasciare il territorio nazionale, avrebbe avuto addosso altri 6 involucri termosaldati.
Infine, i controlli straordinari coordinati dal Commissariato Barriera Nizza, con l’ausilio del Reparto Prevenzione Crimine e delle pattuglie cinofile, hanno consentito l’accurato controllo di alcuni esercizi pubblici ed in quel contesto il sequestro di circa 50 grammi di cannabinoidi  e 15 di cocaina. Un cittadino proveniente dalla Guinea è stato sorpreso con 101 dosi di ovuli di cocaina nascosti in un calzino e pertanto è stato tratto in arresto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here