Controlli Porta Nuova Torino, lavoro intensificato durante il Ponte

I dispositivi di prevenzione e controllo in ambito ferroviario, attivati dalla Polizia Ferroviaria del Piemonte e la Valle d’Aosta in entrambe le regioni di competenza, hanno consentito di identificare 4754 persone

poliziaProseguono i controlli nelle stazioni ferroviarie e a bordo treno, ancora di più intensificati in coincidenza del ponte dei Santi che vedrà numerose persone spostarsi con il mezzo ferroviario.
In tale contesto, nella serata di mercoledì, 26 ottobre, coordinato dal Funzionario dell’Ufficio II del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Piemonte e Valle d’Aosta è stato effettuato un servizio straordinario  negli scali e zone limitrofe di Torino Porta Nuova e Torino Lingotto che ha visto l’impiego degli Agenti del Settore Operativo di Porta Nuova, affiancati dalle pattuglie del locale Reparto Prevenzione Crimine, posto a disposizione della Questura.
I controlli sono stati estesi, oltre che nell’area interna agli scali di Porta Nuova e Lingotto, anche al perimetro esterno con particolare attenzione alle aree di parcheggio adiacenti alla stazione, luoghi ove possono sostare, soprattutto in ore serali e notturne,  persone in grado di compiere azioni improntate all’illegalità.
In base a quanto appurato, grazie al dispositivo attivato, sono state identificate complessivamente 52 persone, di cui 35 di nazionalità straniera. Di queste, un 23enne tunisino è stato denunciato in stato di libertà per aver fornito false generalità sulla propria identità personale, accertata a seguito di foto segnalamento presso il locale Gabinetto di Polizia Scientifica; a carico del giovane, già inottemperante all’ordine del Questore di Torino  a lasciare il territorio nazionale, è stato emesso ulteriore, analogo provvedimento.
Sempre nel corso dei servizi di mercoledì sera, un cittadino italiano, trovato barcollante in corso Vittorio Emanuele, nei pressi dell’ingresso principale di Porta Nuova, è stato multato per ubriachezza.
Nelle ultime due settimane, i dispositivi di prevenzione e controllo in ambito ferroviario, attivati dalla Polizia Ferroviaria del Piemonte e la Valle d’Aosta in entrambe le regioni di competenza,  hanno consentito di identificare 4754 persone, delle quali 1700 di nazionalità straniera; 631 sono stati i treni scortati, garantendo nr.258 servizi di scorta a convogli viaggiatori, mentre i servizi di vigilanza agli scali ferroviari sono stati complessivamente 569.