Controlli stazione ferroviaria Fossano, il bilancio del lavoro della Polfer

Continua l’attività di prevenzione e vigilanza nella stazione di Fossano, importante nodo di transito dei convogli che percorrono le tratte ferroviarie da e per la Liguria

polizia-4Continua l’attività di prevenzione e vigilanza nella stazione di Fossano, importante nodo di transito dei convogli che percorrono le tratte ferroviarie da e per la Liguria e che, recentemente, hanno richiamato l’attenzione dell’opinione pubblica a seguito dei fatti verificatisi  nella serata del giorno di Pasqua a bordo del convoglio Ventimiglia-Torino.
Secondo quanto spiegato, il Compartimento Polfer Piemonte e Valle d’Aosta ha ulteriormente intensificato i dispositivi di monitoraggio e controllo già in atto, inviando la sera di giovedì 20 aprile, a Fossano, gli uomini della Squadra di P.G. Compartimentale e del Posto Polfer di Cuneo che unitamente a personale della Questura di Cuneo e del Reparto Prevenzione Crimine di Torino, messo a disposizione proprio dalla Questura, hanno svolto servizi straordinari in ambito ferroviario, estesi anche alle immediate vicinanze dello scalo.
Positivo il bilancio dell’attività effettuata che ha portato all’identificazione di 27 persone, di cui 18 extracomunitarie e due minorenni, oltre che al controllo di 7 autoveicoli, all’esterno della stazione ed all’elevazione  di una contravvenzione al codice della Strada.
In base a quanto appurato, nelle maglie dei controlli della Polfer è finito un 45enne di origine marocchina, indagato per spaccio di sostanze stupefacenti e ricettazione; l’uomo, infatti, sarebbe stato trovato in possesso di 50 grammi di hashish e 15 grammi di marjuana, nonché di un telefonino di provento furtivo risultato essere stato rubato ad un privato cittadino l’11 aprile scorso a bordo di un treno della linea Centallo-Cuneo.
Un 41enne italiano è stato invece sanzionato in via amministrativa per detenzione di sostanze stupefacenti, in quanto trovato in possesso di oltre un grammo di hashish oltre a dell’eroina per uso personale. Efficace, anche, l’attività antievasione nei confronti di viaggiatori privi di biglietto, grazie anche alla collaborazione del personale delle Ferrovie che ha affiancato gli uomini della Polfer.
A farne le spese, un gruppo di 8 giovani che viaggiavano sul treno Torino-Savona, in arrivo a Fossano alle ore 18.40. Cinque di loro, risultati tutti di nazionalità senegalese, tre appena ventenni e due per poco ancora minorenni, mezz’ora prima, sarebbero stati visti alla stazione di Carmagnola intenti a tirarsi per gioco delle pietre lungo i binari. Immediata la segnalazione del personale delle Ferrovie al Centro Operativo Compartimentale che ha subito informato i colleghi presenti a Fossano, avvertendoli in rapida sequenza che i cinque ragazzi erano stati poi visti salire sull’ultimo vagone di coda del treno diretto a Savona, con fermata proprio a Fossano.
Gli uomini della Polfer, accertandosi con il capotreno dei movimenti dei giovani, li avrebbero poi attesi e fatti scendere; tutti sono stati sanzionati per irregolarità di viaggio, in quanto sprovvisti di biglietto. La loro posizione è al vaglio per i comportamenti evidenziati alla stazione di Carmagnola e la conseguente contestazione degli illeciti amministrativi commessi così come previsto dal Regolamento di Polizia Ferroviaria. Insieme ai 5 ragazzi , sono stati sanzionati per irregolarità di viaggio anche 3 uomini, originari del Congo, risultati pure senza biglietto e già presenti in precedenza a bordo del treno.
I controlli proseguiranno anche nei giorni a seguire, sempre con una particolare attenzione ai treni delle tratte per la Liguria, particolarmente affollati per i week-end concomitanti con le festività.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here