Controlli stazioni ferroviarie Torino, il bilancio dell’attività

I controlli notturni sono poi stati estesi anche agli scali di servizio di Porta Nuova dove sono stati complessivamente rintracciati 6 ragazzi di cui tre minori

Poco dopo la mezzanotte di sabato 20 u.s., il Centro Operativo Compartimentale della Polizia Ferroviaria ha ricevuto la segnalazione di un uomo molesto che sotto effetti di sostanze alcoliche, aveva poco prima rotto una bottiglia di vetro lanciandola sul pavimento, nell’atrio di Porta Nuova.
Secondo quanto spiegato, subito giunta sul posto, la pattuglia Polfer avrebbe accompagnato l’uomo, con non poche difficoltà, presso gli Uffici del binario n.1. Qui sarebbe stato identificato in un 57enne torinese senza fissa dimora, già noto a questi Uffici, sanzionato amministrativamente per ubriachezza molesta.
In base a quanto appurato, sempre a Porta Nuova, nella notte di domenica, il Capotreno del Regionale Veloce proveniente da Milano in arrivo in stazione avrebbe segnalato la presenza a bordo di un uomo in stato di ebrezza che avrebbe assunto un comportamento aggressivo, brandendo il collo di una bottiglia di vetro. Gli Agenti già presenti sulla banchina avrebbero intercettato la persona e riuscivano a fermarla, privandola della bottiglia con la quale continuava nella sua azione minacciosa ed accompagnarla presso gli uffici di Polizia. Dal controllo sull’identità, il soggetto sarebbe risultato essere un cittadino inglese di 47 anni residente a Torino, ma di fatto senza fissa dimora con diversi precedenti di Polizia a carico. Anch’egli sanzionato per ubriachezza molesta, è stato denunciato in stato di libertà per rifiuto di generalità e per la resistenza opposta ai Pubblici Ufficiali procedenti.
I controlli notturni sono poi stati estesi anche agli scali di servizio di Porta Nuova dove sono stati complessivamente rintracciati 6 ragazzi di cui tre minori, grazie anche all’intervento delle guardie Particolari Giurate di stazione. Il personale Polfer il 17 gennaio, durante la notte, ha sorpreso sui convogli in sosta di servizio tre ragazzi ventunenni di cui due italiani ed uno straniero ed una minore italiana, residenti nel cuneese e nel torinese. Tutti, ad eccezione della minorenne,  sono stati sanzionati per violazione al Regolamento di Polizia Ferroviaria e per uno di loro è scattata anche la sanzione amministrativa per stato di ubriachezza. La minore, non essendo stato possibile rintracciare la madre, è stata affidata ad una comunità di accoglienza di Torino.
Sabato sera 20 u.s. sono stati rintracciati, sempre abusivamente presenti su convogli ferroviari in sosta, altri due minori di 15 e 17 anni di nazionalità rispettivamente egiziana e marocchina. Il ragazzo marocchino era già noto perché in passato si era reso protagonista di intemperanze in una struttura di accoglienza di Torino. Al termine dei controlli di Polizia effettuati presso il locale Gabinetto di Polizia Scientifica, è stato affidato ad una Comunità del torinese. Il più giovane è stato affidato ad una Comunità del Capoluogo.
Tutti i minori sono stati segnalati alla Procura presso il Tribunale per i Minorenni di Torino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here