Controlli stazioni treni Torino, una decina di persone sorprese a dormire dentro i vagoni

PoliziaLa Polizia di Stato ha effettuato controlli straordinari all’alba di mercoledì 26 nell’area compresa tra le stazioni di Torino Porta Nuova e Torino Lingotto, dove sono state rintracciate una decina di persone di varie nazionalità mentre occupavano abusivamente alcune carrozze ferroviarie in disuso. Si tratta di tre italiani, un cittadino pakistano, un cittadino algerino, quattro cittadini marocchini, tutti compresi tra i 30 e i 60 anni.

 

I cittadini stranieri sono stati accompagnati presso gli uffici della Polizia Scientifica per il foto segnalamento e successivamente presso l’Ufficio Immigrazione della Questura, che ha proceduto al trattenimento di un cittadino marocchino presso il Cie e all’adozione di provvedimenti di allontanamento per i restanti cittadini stranieri irregolari.

 

Tutti gli occupanti sono stati sanzionati per violazione del Regolamento di Polizia Ferroviaria, per essere stati sorpresi in ambiti ferroviari ad accesso vietato al pubblico.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Treni bloccati per incendio Torino, cause ancora da stabilire e circolazione ripristinata

Incendio palazzo del lavoro via Ventimiglia Torino, causa presumibilmente dolosa

Incendio fabbrica sedie Leinì, le fiamme lambiscono anche le case vicine

Massimiliano Rambaldi