Coronavirus Almese, riapre il parco giochi di Rivera per i bambini con disabilità

A partire da lunedì 20 aprile, il parco giochi di piazza Comba a Rivera torna ad essere accessibile alle sole famiglie, residenti del Comune, con figli (dai 2 ai 12 anni) che presentano disabilità fisiche e/o intellettive

A partire da lunedì 20 aprile, il parco giochi di piazza Comba a Rivera torna ad essere accessibile alle sole famiglie, residenti del Comune, con figli (dai 2 ai 12 anni) che presentano disabilità fisiche e/o intellettive.
La necessità di uscita del bambino disabile dovrà essere attestata dal pediatra di famiglia.
Per garantire il massimo della sicurezza relativamente alla possibilità di contagi da coronavirus, l’area sarà aperta solo su prenotazione, per un solo bambino (più accompagnatore) alla volta, e i giochi verranno sanificati ad ogni utilizzo.
Al fine di assicurare il rispetto delle disposizioni comunali, l’area sarà supervisionata da un volontario della cittadinanza attiva.
“La scelta è stata fatta per venire incontro alle richieste di alcune famiglie di Almese con figli che presentano disabilità – ha dichiarato l’Assessore Cristina Buggia -. In questo modo, i bambini con disabilità avranno l’opportunità di svagarsi e fare un po’ di attività all’aperto, accompagnati dal proprio genitore o tutor, ma rigorosamente uno alla volta per la sicurezza di tutti. Ci rendiamo conto di come sia essenziale dare un minimo sollievo a questi bimbi e ai loro genitori.”
L’Amministrazione Comunale declina ogni responsabilità dall’uso improprio dei giochi.
Per maggiori informazioni e prenotazioni, contattare la consigliera Matilde Bove al numero 3408649485 o via email matilde.bove@edu.unito.it
Foto: wikipedia.org

1 COMMENTO

  1. Ma se un bimbo con disabilità ha una fratellino o sorellina, questi deve restare a casa? Sarebbe impossibile, chi ha dei bambini, lo sa. Ci vuole più chiarezza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here