Coronavirus, il Piemonte è in zona rossa, divieti e chiusure

Restano aperti solo i negozi alimentari e di prima necessità, le industrie e i parrucchieri. A scuola si andrà solo fino alla prima media

Chiusura completa di bar e ristoranti, divieto di spostamento tra Comuni. Blocco totale della mobilità interna ed esterna. Verranno chiusi i negozi al dettaglio, tranne alimentari, farmacie, edicole, e anche i mercati di generi non alimentari. Si potranno fare passeggiate in prossimità della propria abitazione, nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona e con obbligo di mascherina. Continuerà la didattica in presenza per la scuola dell’infanzia, elementare e prima media. Restano aperte le industrie e i parrucchieri. Sono i cardini principali delle zone rosse (quelle considerate più gravi dal punto di vista dell’epidemia) all’interno del nuovo Dpcm firmato in nottata dal Governo, per fronteggiare l’impennata dei contagi. Divise in tre fasce le regioni a seconda del numero dei contagi: rossa, arancione e verde. E il Piemonte ora attende, secondo i dati è in zona rossa, vista la situazione gravissima degli ospedali. Le regole per i piemontesi inizieranno da domani.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here