Coronavirus Piemonte, le notizie del 15 giugno 2020

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 22.562

Ore 19.30. Terminata la Fase1 dell’Unità di Crisi. L’assessore Luigi Icardi annuncia che dopo più di tre mesi, che hanno richiesto l’impegno e la presenza di centinaia di operatori con turni di 24 ore su 24 per presidiare fisicamente il servizio, è terminata la Fase1 dell’Unità di Crisi della Regione Piemonte: “Ora la struttura resta operativa, ma il lavoro quotidiano di tutte le sue componenti, come Assessorato alla Sanità, aziende sanitarie, Emergenza 118, Sisp, Seremi, e dei diversi coordinamenti sanitario, ospedaliero, risorse, flussi, informatico, rsa e laboratori proseguirà dalle rispettive sedi. Un periodo di transizione che si concluderà con l’avvio della Fase3, che vedrà le competenze dell’Unità di Crisi confluire nel nuovo Dipartimento regionale di Malattie e Emergenze infettive”.

Ore 19.30. Dati mai cosi incoraggiantiL’assessore Luigi Icardi rileva che “i dati comunicati oggi dall’Unità di Crisi sono i migliori dall’inizio dell’epidemia. Non vuol dire che siamo fuori pericolo, e certamente bisogna tenere alta la guardia per non vanificare i risultati fin qui raggiunti. Tuttavia, la situazione è sotto controllo e il nuovo sistema di tracciamento dei contagi sta funzionando bene”.

Ore 17. 22.562 pazienti guariti e 1883 in via di guarigione. L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 22.562 (+111 rispetto a ieri), così suddivisi su base provinciale: 2520 (+58) Alessandria, 1281 (+2) Asti, 802 (+0) Biella,  2168 (+0) Cuneo, 2006  (+23 ) Novara, 11.761 (+24) Torino, 957 (+0 ) Vercelli, 917 (+4 ) Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 150  (+0) provenienti da altre regioni. Altri sono 1883 “in via di guarigione”, ossia negativi al primo tampone di verifica, dopo la malattia e in attesa dell’esito del secondo.

Ore 17. decessi rimangono 4012. Sono 0 i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte. Il totale rimane 4012 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi su base provinciale: 663 Alessandria, 248  Asti, 208 Biella, 391 Cuneo, 344 Novara,  1.769 Torino, 217 Vercelli, 131 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 41 residenti fuori regione ma deceduti in Piemonte.

Ore 17. Il bollettino dei contagi. Sono 31.061 (+2 rispetto a ieri, di cui 1 in RSA e 1 screening) le persone finora risultate positive al Covid-19 in Piemonte, così suddivise su base provinciale: 4.011 Alessandria, 1864 Asti, 1042 Biella,  2829 Cuneo, 2740 Novara, 15.792 Torino,  1316 Vercelli, 1116 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 262 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 89 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

I ricoverati in terapia intensiva sono 28 (+2 rispetto a ieri), i ricoverati non in terapia intensiva sono 517 (invariati rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 2059. I tamponi diagnostici finora processati sono 369.294, di cui 203.736 risultati negativi.

Ore 15. Iniziata l’attività del laboratorio mobile Esa. Da questa mattina è incominciata l’attività del laboratorio mobile dotato di tecnologie spaziali che consentiranno ad una squadra di 12 persone di effettuare in due mesi fino a 20.000 esami sierologici e virologici con esiti immediati sul personale delle organizzazioni di volontariato e sui dipendenti di aziende che in questi mesi hanno svolto servizi pubblici essenziali, dalla raccolta rifiuti ai trasporti.
“Nel suo genere – commenta il presidente Alberto Cirio – è una delle prime collaborazioni internazionali mirate a prevenire la diffusione del Coronavirus. Il Piemonte si candida, dunque, a fare scuola in Italia e in Europa nel campo della ricerca applicata”. Per approfondire

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here