Coronavirus Torino, gli autisti e il personale della GTT preoccupati dopo i casi di contagio

Se da un lato c'è il crollo dei passeggeri sulle linee di trasporto pubblico, monta la preoccupazione di autisti e personale, che raccontano di poche contromisure prese a loro tutela durante il servizio

gttSe da un lato c’è il crollo dei passeggeri sulle linee di trasporto pubblico, monta la preoccupazione di autisti e personale, che raccontano di poche contromisure prese a loro tutela durante il servizio. E così ieri i responsabili sindacali della sicurezza hanno mandato una lettera ai vertici GTT, chiedendo la sospensione totale del trasporto pubblico fino a fine emergenza virus. Anche perchè in alcune situazioni il personale comincia davvero a scarseggiare. Sulle tratte gestite da Canova (in zona sud quindi) circa 50 lavoratori sono in malattia: un terzo della totale forza lavoro. La paura è tanta.
GTT ha avviato una serie di contromisure per andare incontro alle richieste degli operatori: “Abbiamo adottato la decisione che tutti i turni di servizio abbiano inizio e fine in deposito. Ciò permette la sanificazione del posto guida a ogni cambio turno. Inoltre ci permette di ridurre al massimo le attività manutentive e chiudere in particolare tali attività al deposito Sanpaolo dove c’e’ stato un caso tra gli operai.
Sempre per massima cautela, come previsto dal citato protocollo ancorché non obbligatorio, da giovedì 19 marzo attiveremo la rilevazione da parte di infermieri esterni della temperatura di ogni dipendente in ingresso in deposito. Inoltre agli autisti saranno messe a disposizione, oltre al gel idroalcolico, salviette igienizzanti.
Per quanto riguarda le mascherine, in accordo alle norme, le abbiamo consegnate ai dipendenti per le lavorazioni ravvicinate (distanza minore di 1 metro). Stante la difficoltà attuale a livello nazionale di reperirle le abbiamo consegnate in primis a manutentori e capitreno (che possono operare in cabina in coppia).
Per gli autisti abbiamo adottato provvedimenti (chiusura porta anteriore, cabina separata nonché nastro per evitare la vicinanza dei passeggeri) che non determinino l’obbligo delle mascherine; tuttavia le stiamo cercando anche per loro.
È stato istituito un comitato paritetico azienda/sindacati per la verifica e l’applicazione delle regole del Protocollo anticontagio la cui prima riunione è già stata fissata per oggi, 17 marzo”
Foto: wikipedia.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here