Coronavirus Torino, nuovo slittamento delle visite mediche non urgenti all’8 maggio

Il perdurare della situazione epidemiologica, obbliga alla continuazione della sospensione temporanea dell'attività ambulatoriale per le priorità D (differita - Prestazione da eseguire entro 30 giorni per le visite ed entro 60 giorni per gli accertamenti specialistici) e P (Programmata - Prestazione da eseguire senza priorità)

ospedaleIl perdurare della situazione epidemiologica, obbliga alla continuazione della sospensione temporanea dell’attività ambulatoriale per le priorità D (differita – Prestazione da eseguire entro 30 giorni per le visite ed entro 60 giorni per gli accertamenti specialistici) e P (Programmata – Prestazione da eseguire senza priorità).
Fino al prossimo 8 maggio, coloro che sono prenotati con quel tipo di priorità saranno contattati da operatori della ASL di competenza ed invitati a non presentarsi negli ambulatori.
Al termine dell’emergenza COVID-19 le modalità di riprenotazione saranno pubblicate e rese pubbliche e non sarà comunque necessario farsi rilasciare una nuova impegnativa dal medico curante. Restano comunque garantite, come fatto sinora, le prestazioni specialistiche con priorità U – urgente (da eseguire entro 72 ore)  e B – breve (da eseguire entro 10 giorni).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here