Daspo tifosi Monaco, una condanna e due procedimenti in corso

È ancora in corso, invece, l’istruttoria per l’irrogazione del DASPO per gli altri due tifosi del Monaco denunciati

X-Gate - Sviluppo software e servizi

polizia-2Martedì 9 maggio, al termine dell’incontro di calcio Juventus – Monaco”, valevole per la semifinale della Champions League 2016/17, personale della D.I.G.O.S. aveva tratto in arresto un cittadino francese di 21 anni, tifoso del Monaco.
Secondo quanto spiegato, il giovane si sarebbe reso responsabile del reato di resistenza a pubblico ufficiale. Nella circostanza, il giovane sarebbe anche stato denunciato in stato di libertà per l’accensione di un fumogeno nel corso della partita.
All’esito del processo, il ventunenne è stato condannato alla pena di 4 mesi di reclusione, nonché al divieto di accesso in Italia ai luoghi ove si svolgono manifestazioni sportive calcistiche di Champions League ed Europa League, per la durata di 2 anni. È ancora in corso, invece, l’istruttoria per l’irrogazione del DASPO per gli altri due tifosi del Monaco denunciati nella stessa circostanza, sempre per l’accensione di fumogeni nel corso della partita.