Dati Istat decessi, il confronto con i primi tre mesi del 2019

Il triste primato tra i Comuni pubblicati è di Piossasco, che passa dai 49 decessi del 2019 ai 73 di quest'anno. Trofarello, da 35 decessi a 49, poi Orbassano con 83 morti, 10 in più dello stesso periodo dell'anno precedente

L’Istituto Nazionale di Statistica ha pubblicato i primi dati relativi al numero di decessi registrati nel periodo 1 gennaio-4 aprile 2020, paragonandoli con quelli del 2019. Numeri dove inevitabilmente si vede l’incidenza del virus, che in qualche caso ha fatto impennare il numero di persone che ci hanno lasciato.
Non sono ancora stati resi noti tutti i Comuni della provincia, ma tra quelli inseriti ci sono diverse città del nostro territorio. E i dati parlano chiaro: dappertutto c’è stato un aumento.
Il triste primato tra i Comuni pubblicati è di Piossasco, che passa dai 49 decessi del 2019 ai 73 di quest’anno. Trofarello, da 35 decessi a 49, poi Orbassano con 83 morti, 10 in più dello stesso periodo dell’anno precedente. Carmagnola da 92 a 101, mentre Nichelino tocca la triste quota di 139, sette in più dell’anno scorso. Beinasco a quota 79 (4 in più), mentre a Carignano da 29 ai 36 di quest’anno. Nella piccol Bruino 5 decessi in più rispetto allo scorso anno: 26 contro 21.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here