Due mesi di denunce e arresto Almese, fermato 47enne fuori controllo

I Carabinieri della stazione di Almese, toccati dal grande disagio familiare creato dall'uomo, hanno fatto dono alla sorella di un nuovo casco.

CarabinieriI Carabinieri della stazione di Almese, dopo circa due mesi di denunce per furto aggravato, tentata estorsione, danneggiamento, minacce, molestie, disturbo alle persone e falsità materiale, hanno proceduto a dare esecuzione all’ordine di custodia cautelare in carcere nei confronti di un uomo di 47 anni, abitante a Villar Dora.
Secondo quanto spiegato, l’uomo avrebbe messo in subbuglio tutta la Borgata oltre a falcidiare la sua famiglia con pressanti richieste di denaro, arrivando in ultimo a rubare il casco del motorino alla sorella, per rivenderlo e acquistare della droga.
In base a quanto appurato, il G.I.P. del Tribunale di Torino, su conforme richiesta della competente Procura della Repubblica, concordando con le risultanze investigative fornite dalla Stazione Carabinieri di Almese, ha emesso l’ordinanza di custodia cautelare in carcere eseguita nei giorni scorsi.
I Carabinieri della stazione di Almese, toccati dal grande disagio familiare creato dall’uomo, hanno fatto dono alla sorella di un nuovo casco.