Ex perseguitata Torino, notte d’inferno finita con arresto

L'uomo è stato arrestato per atti persecutori

manetteHa tentato di “farsi ascoltare” dalla ex fidanzata, ma il 35enne risultato poi ubriaco ha solo rimediato un paio di manette
Secondo quanto spiegato, attaccatosi al citofono, avrebbe preteso di salire nel suo appartamento per raccontarle delle sue ultime vicissitudini.
La donna, spaventata dal comportamento aggressivo che l’ex fidanzato aveva ormai assunto nei suoi confronti nel recente passato, ha deciso di non aprire e chiamare il 113.
L’uomo, in base a quanto appurato, sarebbe stato protagonista anche di atti di danneggiamento di oggetti e di aggressione anche fisica nei confronti della donna.
Gli agenti del commissariato Dora Vanchiglia giunti tempestivamente sul posto, visto lo stato di pericolosità del soggetto, che senza minimamente tenere conto della presenza della Polizia di Stato, avrebbe continuato dalla strada a minacciare di morte la ex fidanzata, lo hanno arrestato per atti persecutori.
Foto: wikipedia.org