Forconi Torino, elenco presidi in tempo reale, info e motivazioni protesta

E’ terminata ieri la seconda giornata di tensioni causate delle manifestazioni di protesta indette, in tutta Italia, dai Forconi. Le preoccupazioni maggiori arrivano da Torino, ma anche Milano è stata colpita da questa ‘insurrezione’ popolare promossa dal movimento siciliano. Molti i presidi ed i blocchi organizzati dai manifestanti; vediamo l’elenco.

 

I FORCONI: CONOSCIAMOLI MEGLIO – Il movimento dei forconi è nato in Sicilia nel 2012 ed è stato fondato da Mariano Ferro, un imprenditori di Avola. Si tratta di un movimento che raccoglie più gruppi diversi tra loro, come gli agricoltori, gli allevatori, gli autotrasportatori, gli operai ed i disoccupati.

– Il progetto politico dei forconi è molto vario visto che va dall’adozione di una moneta in Sicilia al taglio della burocrazia e delle tasse, fino all’introduzione di una commissione d’inchiesta sullo spreco di denaro pubblico.

– La varietà delle origini e dei sostenitori di tale movimento si evincono soprattutto a Roma, dove i forconi sono affiancati da Casa Pound e Forza Nuova.

– Fino a questi giorni, la protesta più eclatante dei forconi è stata organizzata nel 2012 in Sicilia quando gli autotrasportatori hanno bloccato il trasporto delle merci dall’isola alla terra ferma per diversi giorni.

 

TUTTA L’ITALIA SOTTO SCACCO – Dal Nord al Sud, passando per il Centro. Sono poche le regioni d’Italia esenti dalla protesta dei forconi.

– Si va dalle settentrionali Torino, Milano, Genova e Trieste fino a Roma, Napoli e Palermo, passando per Modena, Brindisi, Cerignola, Vicenza e Pistoia.

– Al momento l’idea di una ‘marcia su Roma’ è in stand-by. E’ lo stesso movimento che invita alla pazienza “meglio lasciar bollire l’acqua”. I manifestanti spiegano che sarà un evento democratico e pulito, ma qualche dubbio viene sentendo le cronache di questi ultimi due giorni.

– La città più nell’occhio del ciclone, in queste prime 48 ore di protesta, è sembrata essere Torino. Mercati chiusi, blocchi e traffico rallentato con presidi fissi a piazza Derna e piazza Castello, di fronte agli uffici della Regione Piemonte. Ovviamente gli infiltrati ci sono sempre: un uomo ha lanciato una bomba carta vicino alla stazione di Torino Porta Nuova. Fortunatamente non ha provocato feriti.

 

L’ELENCO DELLE POSTAZIONI – Nel capoluogo torinese è presente un presidio stabile in piazza Castello ormai da due giorni.

– Ieri è stato inoltre preso di mira Palazzo Lascaris, mentre resistono i presidi in piazza Derna, Pitagora e Piazza Massaua.

– Traffico e disagio anche nelle vicinanze delle Tangenziali ed in centro, dove il traffico ieri è stato in tilt per tutta la mattinata.

– La zona del pinerolese risulta al momento la meno praticabile con blocchi praticamente ovunque.

 

Seguiranno aggiornamenti

Aggiornamento 9,55: Stando a quanto comunicato, sarebbe stato rimosso senza incidenti il presidio di piazza Derna

Aggiornamento 10,40: Un corteo è segnalato in direzione piazza Castello, persistono i blocchi in piazzale Rebaudengo, piazza Derna, in piazzale Romolo e Remo, in strada Druento-Altessano e a Nichelino. La stazione Metro di Porta Nuova resta chiusa.

Aggiornamento 15,39: Un corteo spontaneo composto da una 30ina di persone  è passato per Via Po con un gigantesco tricolore in testa

Aggiornamento 16,43: Un nutrito gruppo di manifestanti ha bloccato piazza Vittorio. Chiuso un tratto di via Po e diversi accessi a piazza Vittorio

Aggiornamento 16,48: Il grosso dei manifestanti si sta spostando verso via Po

Aggiornamento 16,51: I manifestanti restano fermi tra piazza Vittorio e via Po, alcuni piccoli gruppetti si uniscono al “presidio mobile”

Aggiornamento 17,23: I manifestanti dopo aver bloccato la circolazione in piazza Vittorio hanno scelto di muoversi lungo via Po al coro “Chiudete-Chiudete” e “Noi la crisi non la paghiano”

Aggiornamento 23,11: Un presidio contro le violenze di questi giorni si è svolto in serata in piazza Palazzo di Città ed ha coinvolto numerose persone, l’invito era partito in giornata tramite social network.

Aggiornamento  12 dicembre ore 11,38: Cortei nel centro cittadino e alcuni disagi per il traffico tra piazza Castello e via Po

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Rapina gioielleria via Vandalino Torino, si cerca il rapinatore “maiale”

Lite mortale Ronco Biella, morta anziana di 82 anni

Rapina banca Settimo Torinese, ladro e complice riescono a fuggire

Anziani rapinati Sala Biella durante picnic, pensionato picchiato per aver reagito

Notizie in collaborazione con: Radio Olimpia

Di Redazione