Fornitura mascherine Piemonte, arrivate le prime nei Comuni

Le mascherine sono destinate alle categorie più esposte, ma saranno comunque i Sindaci a regolare la distribuzione secondo la conoscenza della loro comunità e delle esigenze specifiche.

Da ieri sera i Sindaci di tutti i Comuni del Piemonte hanno ricevuto una prima fornitura di mascherine da distribuire al proprio territorio. La Protezione Civile sta infatti completando il piano di distribuzione delle mascherine ai “Centri COM” Centri Operativi Misti della Protezione civile, ai quali i Sindaci faranno riferimento per il ritiro.
«In totale sono 65.000 le mascherine consegnate agli 84 COM piemontesi – conferma l’assessore regionale alla Protezione civile Marco Gabusi -. Sappiamo che i Sindaci sono in prima linea in questa battaglia, sono l’altra gamba di questa emergenza insieme alla Protezione Civile. Si tratta di un primo quantitativo determinato da criteri di priorità individuati dall’Unità di crisi, nel corso dell’emergenza potranno seguire ulteriori tranches di rifornimento».
Il quantitativo destinato ad ogni Comune è stato stabilito secondo un criterio demografico. Le mascherine sono destinate alle categorie più esposte, ma saranno comunque i Sindaci a regolare la distribuzione secondo la conoscenza della loro comunità e delle esigenze specifiche.
A Moncalieri il sindaco Paolo Montagna, capo del centro Com che comprende undici comuni della zona sud, ha già comunque predisposto la distribuzione di mascherine che saranno date ai sindaci del circondario già da oggi, Questa la suddivisione: Moncalieri 572 mascherine, Carignano 100, Carmagnola 200, La Loggia 100, Lombriasco 50, Osasio 20, Pancalieri, Piobesi e Virle 50 a testa, Trofarello 100.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here