Furti dentro auto Autostrada A4 Torino-Milano, agivano davanti agli autogrill

Polizia stradaleNella mattinata di ieri, la Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento Polizia Stradale di Torino, unitamente a personale della Sottosezione Autostradale di Torino, ha arrestato al termine di una laboriosa indagine, tre persone di origini nord africane, che sarebbero responsabili di numerosi furti a bordo di veicoli in sosta, in particolare presso le aree di servizio della Tangenziale di Torino e dell’autostrada A/4 “Torino/Milano”.

Il provvedimento è stato eseguito in esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Torino.

L’indagine è scaturita dall’individuazione e l’inseguimento di un veicolo i cui occupanti, immediatamente prima, avevano perpetrato un furto di bagagli a bordo di un’autovettura lasciata in sosta presso l’area di servizio “Nichelino Sud” sita sulla Tangenziale di Torino.

Nella circostanza, gli occupanti del veicolo, inseguiti dagli operatori della Polizia Stradale, abbandonavano l’autovettura fuggendo a piedi e facendo perdere le proprie tracce: sul veicolo veniva recuperata la refurtiva trafugata poco prima.

L’attività investigativa condotta dalla Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento di Torino, in collaborazione con personale della Sottosezione Autostradale di Torino, grazie soprattutto all’analisi di tabulati telefonici, consentiva di identificare i due fuggiaschi, responsabili dell’evento criminoso, nonché di attribuire loro ed ad altro complice almeno nove episodi relativi a furti di bagagli a bordo di veicoli lasciati in sosta, commessi tra il 28 giugno ed il 10 luglio 2014, principalmente nelle aree di servizio ubicate lungo la tangenziale di Torino e lungo l’autostrada A/4 “Torino-Milano”:

L’analisi delle immagini delle telecamere di sicurezza installate presso le aree di servizio autostradali prese di mira,consentiva di far emergere il particolare modus operandi posto in essere dagli arrestati per compiere i furti sui veicoli.

Oltre alla classica tecnica dello scasso del cristallo per prelevare beni risposti all’interno dell’abitacolo o del vano bagagli, i tre utilizzavano alcuni telecomandi inibitori di frequenze che impedivano la regolare chiusura delle portiere delle autovetture da colpire per poi depredarle indisturbati, mentre gli ignari proprietari erano all’interno degli autogrill intenti a consumare delle vivande.

L’esame delle denunce sporte faceva, infatti, emergere che i derubati erano convinti di aver chiuso regolarmente il veicolo azionando il telecomando in dotazione, ma, al momento di riprendere il viaggio, notavano che le portiere erano aperte ed erano stati derubati di quanto lasciato nell’abitacolo o nel vano bagagli.

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Arresto spacciatori via Servais Torino, usavano l’auto di un anziano come deposito per la droga

Droga e dopamina, confermata la relazione tra impulsività e predisposizione a dipendenza

Spaccio di droga Busca Cuneo, tre chili di cocaina dentro casa affittata dalla parrocchia

Massimiliano Rambaldi