Furti cantine Rivoli, un arresto ed una denuncia nella notte

CarabinieriEstraevano il nottolino della serratura per entrare in appartamenti e cantine.  L’ultimo raid, in ordine di tempo, ieri notte a Rivoli, dove i Carabinieri della Stazione hanno arrestato, un uomo di 61 anni, senza fissa dimora, e denunciato il complice di 35 anni, abitante ad Alpignano per furto.

 

Avrebbero svuotato oltre 30 cantine di viale Carrù. Avrebbero preso salumi, bottiglie di vino, spumanti, liquori, un seggiolino per trasporto bimbi per auto, due caschi, un paio di guanti da ciclista e una valigetta contenente chiavi inglesi.

 

Alcuni testimoni hanno notato i due caricare la refurtiva su un furgone e hanno chiamato il 112 dei Carabinieri. Una pattuglia della stazione ha bloccato il più anziano, mentre il complice è riuscito a fuggire, ma è stato rintracciato subito dopo.

 

Le cantine svaligiate potrebbero essere molte di più.

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci ainfo@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro

 

 

Leggi anche:

Furti in appartamento Casalborgone, arrestata banda specializzata

Nuovi furti e danneggiamenti centro Boschetto Nichelino, l’appello della presidentessa Santospirito

Furti in appartamento via Drovetti Torino, fermate due minorenni

Furti negozi Oulx e Susa, fermati i “turisti per furto”

Massimiliano Rambaldi