Furto in abitazione Saluzzo, proposta la misura di divieto di ritorno

Durante la fuga, la ragazza si sarebbe anche disfatta di parte della refurtiva, costituita da capi di abbigliamento e denaro contante

CarabinieriI Carabinieri della Stazione di Saluzzo, in collaborazione con i colleghi dell’Aliquota Radiomobile, hanno deferito in stato di libertà una cittadina straniera minorenne della provincia di Torino, per furto in abitazione.
Secondo quanto spiegato, nella mattinata del 24 aprile, sarebbe giunta una richiesta di intervento sul numero unico di emergenza 112, da parte di un cittadino di Saluzzo, il quale avrebbe riferito di avere sorpreso due giovani ragazze all’interno del proprio appartamento, mentre faceva rientro a casa.
In base a quanto appurato, una di esse sarebbe riuscita a fuggire, mentre l’altra sarebbe stata da lui inseguita e poi persa lungo le strade del centro città.
Immediatamente le pattuglie di Carabinieri hanno cominciato alla ricerca della fuggitiva che sarebbe stata individuata e fermata all’interno di un esercizio commerciale, dove si era rifugiata per sfuggire alla cattura. Durante la fuga, la ragazza si sarebbe anche disfatta di parte della refurtiva, costituita da capi di abbigliamento e denaro contante, subito restituita all’avente diritto. A seguito di perquisizione, l’indagata sarebbe stata anche trovata in possesso di una lamina artigianale in plastica, generalmente utilizzata per l’apertura di serrature a scatto. Nel corso del sopralluogo presso l’abitazione della vittima si accertava che le due donne sarebbero entrate praticando un’effrazione alla porta d’ingresso e avrebbero messo a soqquadro diverse stanze, impossessandosi di quanto poi rinvenuto.
L’indagata è stata quindi denunciata per furto in abitazione e contestualmente proposta alla locale Questura per la misura di prevenzione del divieto di ritorno nel comune di Saluzzo.