Furto di carburante con carte clonate Volpiano, si sospetta organizzazione criminale strutturata

I Carabinieri sospettano che dietro i due episodi vi sia in realtà un’organizzazione criminale specializzata nel furto d’identità

furtoE’ avvenuto presso la pompa di benzina di Via Kant a Volpiano.
Secondo quanto spiegato, i Carabinieri della Compagnia di Torino Mirafiori hanno arrestato un cittadino romeno di 32 anni, residente in Romania.
In base a quanto appurato, il ladro sarebbe stato colto in flagrante mentre riempiva un maxi-serbatoio (1300 litri) di una motrice, con targa spagnolo, per un valore di 2mila euro.
Le successive indagine avrebbero rivelato che l’uomo ha utilizzato altre 5 carte bancomat tra il 6 ottobre e l’11 ottobre di quest’anno, presso 6 distributori nelle province di Torino e Milano per acquistare ulteriori 8mila litri di carburante per un valore per oltre 10mila euro.
Lo scorso 22 settembre, un altro cittadino romeno di 31 anni, residente a Torino, era stato arrestato per furto aggravato e utilizzo di carte di credito clonate. L’uomo aveva prelevato 500 litri di  gasolio da un distributore di Borgaro con una carta di credito clonata.
I Carabinieri sospettano che dietro questi due episodi  vi sia in realtà un’organizzazione criminale specializzata nel furto d’identità, clonazione di carte di credito e nell’alimentare il mercato clandestino del gasolio.