Inaugurazione nuova linea Sanofi Garessio, Cota: “Fondamentali Ricerca e Innovazione”

È accaduto oggi a Garessio (CN).

 

Importanti parole di Roberto Cota, Presidente della Regione Piemonte, durante un convegno tenutosi in occasione dell’inaugurazione di una nuova linea produttiva della Sanofi-Aventis, importante azienda farmaceutica internazionale.

 

L’avvocato novarese ha espresso tutta la sua contentezza a riguardo dell’investimento compiuto dal gruppo farmaceutico francese: “Implementare uno stabilimento in un paese così piccolo consente di realizzare un’integrazione al 100% con il territorio che offre una marcia in più”.

 

Il presidente della Regione Piemonte ha fornito la sua “ricetta” ideale per il rilancio della regione e che, quindi, ha fra gli ingredienti anche ricerca e innovazione.

 

“Quando giochiamo su questo terreno (ricerca e innovazione ndr) – ha sottolineato Cota – siamo quasi imbattibili: non c’è concorrenza che tenga”.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.


VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Dimissioni deputato Roberto Cota Regione: “Il Piemonte si rilancerà”

Delusione di Futuro e Libertà elezioni 2013, Federica Scanderebech: “Riparto dai torinesi”

Intervista Luca Carabetta, Movimento 5 Stelle: “Non siamo Demolitori”. Le domande di Cronaca Torino

Di Redazione