Inaugurazione via Braille Settimo Torinese, è un vicolo cieco

STOPIl Comune di Settimo si impegna con apposita delibera a intitolare una strada a Louis Braille, famoso inventore francese, ideatore del rivoluzionario alfabeto per non vedenti che tuttora porta il suo nome, intitolando una via che però non porta da nessuna parte. un vicolo cieco, per l’appunto.

Non è una barzelletta ma quello che è realmente successo. L’impegno nasceva nel 2009 su invito dell’Apri, l’associazione Pro Retinopatici e Ipovedenti, un sodalizio che, a livello nazionale, da anni organizza iniziative per sensibilizzare la popolazione ai problemi dei ciechi.

E poiché l’amministrazione ha sempre avuto un particolare occhio di riguardo nei confronti delle attività dell’Apri, era positivo riconoscere con un gesto simbolico il suo impegno. Peccato che però l’intitolazione della via Braille si è trasformata in una gaffe, a cui molti, sperano, venga presto posto rimedio.