Incidenti domestici: elenco casi più diffusi, come evitarli, consigli, regole, accorgimenti utili per bambini e adulti

Il vecchio adagio recita “Casa dolce casa” ma, a ben vedere, potrebbe non essere sempre così. In base a quanto spiegato  dall’Istat, infatti, sono oltre 3 milioni ogni anno gli incidenti che accadono fra le mura domestiche e, spesso, le conseguenze che portano sono drammatiche. Scopriamo quindi tutti gli accorgimenti per evitare episodi che coinvolgano adulti e bambini.

 

INCIDENTI DOMESTICI: CHE COSA SONO? – L’infortunio di tipo domestico è un incidente che presenta determinate caratteristiche:

– Comporta la compromissione temporanea o definitiva delle condizioni di salute di una persona (ad es. disabilità, sofferenza, calo della produttività) a causa di lesioni di vario tipo;
– È accidentale e avviene indipendentemente dalla volontà del soggetto;
– Si verifica all’interno di un’abitazione, intesa come l’insieme dell’appartamento vero e proprio e di eventuali estensioni esterne (ad es. balconi, giardino, garage, cantina, scala), motivo per cui l’incidenza del rischio è direttamente legata alla quantità di tempo trascorsa in casa;
– Coinvolge prevalentemente l’infanzia, il lavoro domestico e l’età avanzata.

 

LE CAUSE PRINCIPALI – All’origine degli infortuni domestici si ipotizzano 4 fattori principali:

– Caratteristiche strutturali dell’abitazione (ad es. scale, pavimenti, arredamento, tappeti, camino);
– Fattori comportamentali (ad es. utilizzo improprio di apparecchiature e utensili, scarsa informazione e percezione dei rischi, sottovalutazione dei pericoli, disattenzione, superficialità ed eccessiva fretta);
– Condizioni di salute (ad es. disabilità, patologie croniche);
– Stili e abitudini di vita (ad es. presenza di piante ornamentali tossiche, detersivi, cosmetici, medicinali, consumo di alcol, presenza di amianto o radon nei materiali usati nelle abitazioni).

 

GLI INFORTUNI PIÙ FREQUENTI – Secondo il SINIACA (Sistema Informativo Nazionale sugli Infortuni in Ambienti di Civile Abitazione) istituito presso l’Istituto Superiore di Sanità, gli incidenti domestici non risparmiano nessuna fascia d’età e sono la prima causa di morte per i bambini. In particolare, i più frequenti sono causati da:

– Cadute;
– Intossicazioni, avvelenamento e ustioni;
– Fratture, distorsioni e slogature;
– Urti o schiacciamenti;
– Folgorazione.

 

CADUTE – Tra le cause delle cadute in casa ci sono scale, pavimenti lisci o bagnati, fili elettrici, sporgenze e spigoli vivi, come i piedini o i basamenti dei mobili. Per ridurre il pericolo è necessario:

– Eliminare le cause di scivolamento o inciampo, utilizzando elementi antiscivolo e di appoggio (corrimano nelle scale interne, maniglie per sorreggersi nella vasca e nella doccia);

– Migliorare la capacità di equilibrio e di coordinamento nei movimenti, soprattutto negli anziani;
– Sorvegliare adeguatamente i bambini fino ai 5 anni d’età ed evitare di lasciarli incustoditi anche solo per brevi momenti.

 

INTOSSICAZIONI E USTIONI DA SOSTANZE CHIMICHE – Le sostanze chimiche contenute nei prodotti per la pulizia della casa (ad es. detersivi, detergenti, disincrostanti, deodoranti, smacchiatori, candeggianti, antitarme) sono altamente nocive se vengono a contatto con la cute o con gli occhi. In particolare, per prevenire gli episodi di avvelenamento e le ustioni si consiglia di:

– Leggere attentamente le etichette dei recipienti e le istruzioni per l’impiego dei prodotti di pulizia;
Non mischiare tra loro prodotti diversi;
– Usare sempre i guanti per proteggere le mani, specialmente in presenza di patologie dermatologiche, ed evitare il contatto con gli occhi;
– Sciacquarsi e asciugarsi bene le mani dopo l’uso;
– Conservare i prodotti lontano dalla portata dei più piccoli;
– Dopo l’uso di alcuni prodotti (deodoranti, insetticidi in spray o in piastrine, elettro-emanatori, ecc.), ricordarsi di arieggiare l’ambiente;
– In caso di ingestione, non far vomitare (se la sostanza è caustica può provocare ustioni allo stomaco e all’esofago) né somministrare latte (favorisce l’assorbimento di veleni solubili nei grassi, aggravando l’intossicazione) ma rivolgersi immediatamente a un medico;
Evitare che animali domestici o bambini ingeriscano i prodotti.

 

PICCOLI INFORTUNI – Per disattenzione, fretta o scarsa conoscenza, spesso compiamo azioni che comportano lesioni e traumi di diversa entità (ad es. ferite da taglio, lesioni da corpo estraneo, amputazione delle dite, ustioni alle mani). Ecco, dunque, alcuni preziosi consigli da seguire:

– Lavorare con attenzione e senza fretta;
– Usare sempre presine isolanti e antiscivolo per sollevare le pentole;
– Riporre dopo l’uso coltelli, mezzelune e forbici;
– Posizionare il ferro da stiro nell’apposito spazio che ne impedisce la caduta quando si stira;
– Usare strumenti appositi per ogni operazione (ad esempio, non stappare una bottiglia con un coltello);
– Staccare la spina ed accertarsi che le lame rotanti degli elettrodomestici (frullatore, affettatrice, tritacarne, ecc.) siano ferme prima di aprirli e di rimetterli al loro posto.

 

UN PO’ DI ATTENZIONE PUÒ SALVARE LA VITA: L’IMPORTANZA DELLA PREVENZIONE –

– Secondi i dati raccolti nel 2010 dal Sistema di Sorveglianza Passi, solo il 7% degli intervistati ha dichiarato di ritenere alto o molto alto il rischio di un incidente domestico;
– Da ciò si evince che la maggioranza delle persone continua ad avere una bassa consapevolezza del rischio infortunistico anche quando vivono con bambini o anziani, situazioni ad alta pericolosità nelle quali bisognerebbe agire in modo preventivo;
– È ampiamente diffusa l’errata convinzione che considera la casa come il luogo sicuro per eccellenza: in realtà, le indagini condotte nel corso degli anni dimostrano che sia vero l’esatto contrario;
– Come rileva il Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie, il fenomeno deriva per lo più da una generale sottovalutazione del rischio connesso all’ambiente familiare: è, infatti, come se il calore del focolare domestico inducesse le persone ad abbassare la guardia nei confronti della sicurezza;
– Informazione e prevenzione sono, dunque, indispensabili nella lotta contro le insidie che si nascondono in casa: spesso, infatti, per evitare gli infortuni domestici e salvarsi la vita, basta adottare semplici precauzioni ed facili accorgimenti.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.


VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Referendum contro l’euro, posizioni e risultati in Italia, Francia, Inghilterra, Germania e Grecia

Equitalia: da chi è diretta, quanto guadagna, a chi vanno i soldi, qual è l’interesse sulle somme da riscuotere. Ecco tutte le info per gli italiani

Debito pubblico italiano, deficit, Pil, spread, mutui e rapporti tra loro: definizioni, analisi, esempi

Analisi industrie Piemonte, proposte anti-crisi e dettagli

Francesco Tempesta