Incontro De Tomaso Grugliasco, nessuna novità per i 150 lavoratori

FIOM LogoAncora nubi sul futuro della De Tomaso, l’azienda di Grugliasco alle prese con la crisi. Nell’ulteriore incontro sulla vicenda svoltosi all’assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dopo quelli in assessorato della settimana scorsa e in Prefettura, tante incertezze regnano sul futuro dei lavoratori. L’incontro è stato accompagnato da un presidio di oltre 150 lavoratori, in aumento rispetto agli incontri precedenti, segno di una crescente tensione e preoccupazione.

Due le questioni al centro dell’incontro. La prima è la mancata firma da parte del ministero dell’Economia del decreto per la cassa in deroga, cosa che sta privando i lavoratori da tre mesi di ogni fonte di reddito. La seconda è il futuro dell’azienda e dei lavoratori quando il 4 settembre scadrà l’attuale cassa. Su entrambi i versanti però non si sono registrate novità.

Federico Bellono, segretario provinciale della Fiom-Cgil, dichiara: “È incomprensibile e indecente che questi lavoratori e la tutela del loro reddito siano appesi da settimane a una firma mancante. Il governo ha fatto della rapidità e dell’efficienza le sue parole d’ordine ma qui misuriamo una realtà ben diversa. Per quanto riguarda il futuro, quello che succederà dal 4 settembre in avanti non si decide a fine agosto ma adesso perché la curatela fallimentare ha tempi e procedure da rispettare: se non ci fossero le condizioni per un ulteriore periodo di cassa il rischio è che già nei prossimi giorni ai lavoratori arrivino le lettere di licenziamento. Per evitare questo è indispensabile un incontro con il governo, sollecitato anche dai presidenti delle Regioni Piemonte e Toscana, che a nostro giudizio andrebbe calendarizzato non oltre la prossima settimana. Se entro i primi giorni della prossima settimana la situazione non cambierà sarà inevitabile tornare in via Magenta: il tempo non gioca a favore dei lavoratori. Se infine qualcuno pensa che possano esserci percorsi diversi per tutelare i lavoratori intanto fino a fine anno se ne assuma la responsabilità: però in questo frangente evocare strumenti che non sono ancora legge, come il “Job acts”, o vicende quantomeno controverse, come Alitalia, è fuori luogo: ai lavoratori vanno prefigurati obiettivi concreti e raggiungibili“.

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

Massimiliano Rambaldi