Inquinamento Torino e provincia, terminata l’emergenza

Fino a giovedì 23 gennaio, sono sospese le misure anti-smog previste dall’accordo di Bacino padano

Fino a giovedì 23 gennaio, sono sospese le misure anti-smog previste dall’accordo di Bacino padano. Per questi tre giorni, potranno tornare a circolare i diesel Euro4 e Euro5 ed Euro1 a benzina. Rimangono in vigore le misure standard, ovvero il percorso di limitazione progressiva dei veicoli più inquinanti.
A partire dal 1 ottobre 2019 oltre a tutti i veicoli Euro 0 (diesel, benzina, metano e Gpl), già bloccati l’anno scorso, sono fermi 7 giorni su 7 e h 24 anche tutti i veicoli diesel Euro 1. I ciclomotori e i motocicli Euro 0 continueranno ad essere bloccati 7 giorni su 7 e h 24 nei 6 mesi del periodo invernale. Le auto e i veicoli commerciali diesel Euro 2 e 3 saranno invece fermi nei giorni feriali dalle 8:00 alle 19:00. Gli Euro 1 e 2 si fermeranno per tutto l’anno, gli Euro 3 solo dal 1 ottobre al 31 marzo. Rispetto alla stagione scorsa i veicoli commerciali diesel Euro 2 e 3 non avranno pertanto più l’orario di limitazione ridotto (8:30-14:00 e 16:00-19:00).
Per quanto riguarda gli impianti di riscaldamento rimane l’obbligo di utilizzare nei generatori di calore di potenza termica nominale inferiore ai 35 kW pellets certificati conformi alla classe A1 della norma UNI EN ISO 17225-2.
Le limitazioni da allerta viola riguardavano i Comuni di Torino, Beinasco, Borgaro T.se, Collegno, Grugliasco, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Rivoli, San Mauro T.se, Settimo T.se e Venaria Reale. Da oggi si circola liberamente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here