Inseguimento Casello di Carmagnola, aveva otto clandestini a bordo

Il successivo controllo delle persone nell'abitacolo rivelava che erano stipate otto persone, sia nei sedili posteriori che nel baule

Verso le 3 della scorsa notte, mercoledì 23 maggio, una pattuglia della polizia stradale di Cuneo, ha cercato di fermare una vettura Chrysler Voyager con targa austriaca, al casello di Carmagnola.
Secondo quanto spiegato, l’autovettura, in un primo momento pareva intenzionata a fermarsi, poi, improvvisamente ha accelerato bruscamente.
In base a quanto appurato, ne è nato un inseguimento, fino a che l’auto è uscita dall’autostrada, a Marene, abbattendo la sbarra del casello e continuando la fuga verso Cherasco.
Durante la folle corsa, il veicolo in fuga, ha impegnato rotonde in contromano e viaggiava in centro strada per non essere affiancata dalle pattuglie, che nel frattempo avevano ricevuto supporto dai Carabinieri.
Giunta a Fossano, il veicolo in fuga ha imboccato una strada senza uscita e, nell’estremo tentativo di scappare ha speronato una delle pattuglie. Il conducente dell’auto non si voleva arrendere e ha tentato la fuga piedi, ma invano.
Il successivo controllo delle persone nell’abitacolo rivelava che erano stipate otto persone, sia nei sedili posteriori che nel baule. Il conducente del veicolo ha poi dichiarato di essere iracheno, mentre gli occupanti del veicolo bengalesi. Erano tutti diretti in Francia, clandestinamente. Sono stati poi portati tutti in Questura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here