Inseguimento corso Vercelli Torino, un arresto e una denuncia

Nel tentativo di eludere il controllo, sarebbe salito su un marciapiede ed avrebbe continuato la sua folle corsa per un breve tratto per poi schiantarsi contro il paraurti di un’auto in sosta.

poliziaSi aggiravano nella notte a bordo di un ciclomotore a fari spenti in corso Vercelli angolo via Germagnano.
Secondo quanto spiegato, gli agenti della Squadra Volante, appena hanno notato i due soggetti a bordo dello scooter, hanno immediatamente invertito il senso di marcia per porsi all’inseguimento del motorino.
In base a quanto appurato, nonostante i vari alt intimati al conducente del ciclomotore, il soggetto ha continuato la sua corsa, ondeggiando e zigzagando nel tentativo di trovare una via di fuga.
Il cittadino marocchino di 40 anni, alla guida dello scooter, nel tentativo di eludere il controllo, sarebbe salito su un marciapiede ed avrebbe continuato la sua folle corsa per un breve tratto per poi schiantarsi contro il paraurti di un’auto in sosta. Gli agenti, non con poca fatica, sarebbero riusciti a fermare i due soggetti e appurato che il ciclomotore era provento di furto.
Il conducente è stato arrestato per il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale e denunciato per ricettazione, oltraggio e minaccia a P.U., oltre che per falsa dichiarazione delle proprie generalità e per inottemperanza agli ordini di lasciare il territorio dello Stato, avendo a suo carico una precedente espulsione. Il passeggero, un cittadino turco di 30 anni, è stato denunciato per il reato di ricettazione, oltraggio e minaccia a P.U., nonché sanzionato amministrativamente poiché all’atto del controllo è stato trovato in possesso di un frammento di hashish.