Lavori in corso Torino 14 ottobre 2013, info e strade coinvolte

Il Comune di Torino in collaborazione con la Polizia Municipale ha comunicato l’elenco dei nuovi cantieri attivi in città oggi. Nel dettaglio:

.

– dalle ore 8 alle ore 19 lavori edili in piazza Vittorio Veneto tra via Vanchiglia e via Bava
– sino al 31 ottobre risanamento carreggiata di via San Secondo tra corso Vittorio Emanuele e via Magellano
– sino al 31 ottobre rallentamenti in via Vandalino 32 per lavori
– sino al 30 ottobre lavori Fastweb in via Sant’Agostino e in via Rubino 79 a
– sino all’8 novembre rifacimento carreggiata corso Lanza tra viale Thovez e via San Fermo
– sino all’8 novembre rifacimento marciapiedi via Trecate dal civico 46 a via Alecsandri Vasile

.

Per ulteriori informazioni è disponibile il numero 011-46.06.060

.

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.


VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Pista ciclabile Torino, la rabbia di un lettore: “Così si sprecano i soldi!”

Cani in adozione Torino, Shadow alla ricerca di una nuova casa

Sosta selvaggia Torino, un residente: “Le auto in doppia fila e sui passi carrai mandano in tilt il traffico!”

Servizio GTT ridotto 1 maggio Torino, le proteste di un cittadino: “Quando ci sono manifestazioni del genere bisognerebbe organizzarsi diversamente”

Di Redazione