Lavori Parco Ruffini Torino, approvato il progetto

Piazza_Palazzo_di_Città_durante_i_150_anni_dell'unità_d'_ItaliaLa Giunta comunale ha approvato nella sua seduta odierna il progetto definitivo, proposto dall’Assessore allo Sport, Stefano Gallo – della manutenzione straordinaria e della messa norma dell’impianto sportivo di base di Parco Ruffini che comprende un campo da basket, un campo il volley, tre campi da tennis, una piastra per il pattinaggio, due campi da calcio a cinque e un campo da calcio a undici.

 

Alfine di garantire una maggiore fruibilità delle strutture del parco da parte dei cittadini il progetto prevede la realizzazione di:

– Tre nuovi campi da calcetto con un fondo in gomma riciclata i quali andranno a sostituire il campo in terra di calcio a 11;

– Un prefabbricato per i servizi igienici al posto di quello esistente ormai fatiscente;

– Un’area fitness che sostituirà l’area dove c’era la rampa di skate; Inoltre, sempre nel progetto è previsto che verrà rifatta la pavimentazione dei tre campi da tennis e, nel contempo, che i canestri e i tabelloni del campo da basket vengano sostituiti.

 

La previsione di spesa per questi lavori ammonta a 600 mila euro.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacatorino.it

– il nostro staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

PUBBLICITA’ A PARTIRE DA 10 EURO  – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, eventi, mostre o spettacoli, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie.

(m.ram.)

Foto: wikipedia.org