Madre nel congelatore Borgomanero, era morta da 4 anni

E’ successo a Borgomanero, in provincia di Novara. Ieri mattina, quando i Vigili del Fuoco hanno risposto ad una chiamata di una signora di 60 anni rimasta chiusa in casa a causa di un malore, si sono trovati ad affrontare un qualcosa di molto più difficile del previsto: in cucina, c’era il cadavere congelato di una donna di 80 anni.

 

La figlia, una sessantenne milanese residente nel paese, ha chiamato l’ambulanza accusando un malore. Arrivati sul posto, i paramedici del 118 hanno trovato la porta di casa sbarrata. Secondo la procedura, tale fatto ha richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco e della Polizia municipale. Poi, una volta entrati, i soccorritori hanno trovato la 60enne sdraiata sul pavimento della cucina e in stato confusionale.

 

Secondo quanto ricostruito, mentre l’ambulanza trasportava la donna all’ospedale Santissima Trinità di Novara, i Vigili del Fuoco espletavano la procedura prevista per mettere in sicurezza l’appartamento. Per questo hanno anche tolto la corrente e verificato l’eventuale presenza di cibi deperibili.

 

E’ così che i soccorritori si sono trovati di fronte alla macabra scoperta: nel congelatore, infatti, c’era il corpo della madre della sessantenne.

 

Secondo il medico legale, il cadavere si trovava lì da quattro anni.

 

Durante la conseguente perquisizione dell’appartamento, gli agenti della Polizia municipale hanno rinvenuto un biglietto risalente al 2010, in cui la donna racconta della morte improvvisa della madre e della sua decisione di congelarla. Il congelatore, in base a quanto scoperto nelle indagini, sarebbe stata la soluzione per restare vicine per sempre.

 

I conoscenti delle due donne hanno accolto la notizia con grande stupore. La sessantenne, infatti, avrebbe retto per anni, facendo credere a tutti che la madre fosse ancora viva, ma costretta a letto.

 

Come hanno raccontato i vicini agli inquirenti, inoltre, la donna viveva parlando della madre e riferendosi a lei come se fosse viva. Addirittura, lo scorso Natale, aveva porto a tutto il palazzo gli auguri a suo nome.

 

Le indagini sono ancora in corso al fine di verificare la versione della donna contenuta nel biglietto trovato dagli agenti all’interno dell’appartamento. Tra le ipotesi più verosimili vagliate dagli inquirenti, una frode ai danni dello stato messa in atto dalla figlia, per continuare a riscuotere la pensione della madre.

 

Attualmente, riferiscono gli investigatori, l’appartamento di Borgomanero si trova sotto sequestro. Intanto la 60enne è in stato di fermo in ospedalem per sospetta frode e occultamento di cadavere.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Rapina gioielleria via Vandalino Torino, si cerca il rapinatore “maiale”

Lite mortale Ronco Biella, morta anziana di 82 anni

Rapina banca Settimo Torinese, ladro e complice riescono a fuggire

Anziani rapinati Sala Biella durante picnic, pensionato picchiato per aver reagito

 

Vera Prada